Corleone, uomo incaprettato. Azioni legali del comune, domani assemblea cittadina

Corleone combatte ogni giorno una guerra per cancellare definitivamente l’immagine di città di mafia, un’impresa in ripida salita

0

Corleone, 20 ottobre 2017 – «La riunione per decidere di denunciare chi diffama Corleone e la Sicilia si terrà domani, sabato 21 ottobre, alle ore 10.00, in vicolo Valenti, davanti il museo civico e il Cidma», si legge su Città Nuove Corleone. Ha generato una sorta di sommossa popolare e lo sgomento pubblico il video pubblicato su Youtube da una rivista francese per pubblicizzare un nuovo modello di automobile con un uomo incaprettato dentro il bagagliaio, per dimostrarne la capienza. Il servizio si chiudeva con la colonna sonore de Il Padrino

«La Società Civile Corleonese – scrive il corleonese Dino Paternostro – non ci sta a subire passivamente il cinismo della rivista francese “Auto Moto Magazine” e della Skoda, che, pur di attirare l’attenzione dell’opinione pubblica mondiale, attribuisce ai siciliani e ai corleonesi pratiche criminali tipiche dei mafiosi».

Corleone combatte ogni giorno una guerra per cancellare definitivamente l’immagine di città di mafia, un’impresa in ripida salita. «La società civile corleonese – continua il giornalista – ha combattuto e combatte la violenza della mafia ed è impegnata, in mezzo a mille difficoltà, in un percorso di liberazione dalle pratiche di sopraffazione. Per questo ha deciso di riunirsi insieme ad un gruppo di legali corleonesi per valutare la possibilità di presentare una denuncia all’autorità giudiziaria e di chiedere un congruo risarcimento per i danni morali, materiali e di immagine provocati dal video diffamatorio». 

Sul grave caso è intervenuta con una nota anche la commissione straordinaria del comune di Corleone che ha comunicato di avere avviato le procedure per promuovere azione nei confronti degli autori di tale gesto. «Un gesto – si legge – fortemente lesivo dell’immagine di Corleone e dei Siciliani tutti. Le azioni per la tutela della immagine saranno attivate anche in diversi ambiti a livello nazionale per la difesa dei diritti lesi». 

Intanto il video, pubblicato dalla rivista Auto moto Magazine è stato rimosso da Youtube. La casa automobilistica Skoda ha declinato ogni responsabilità sui contenuti del video: «Skoda Auto declina ogni responsabilità per la produzione, i contenuti e la diffusione di materiale video realizzato da soggetti terzi in Sicilia». Lo comunica in una nota ufficiale il costruttore di Mlada Boleslav in merito al video pubblicato dal magazine francese. «Skoda – continua la nota – si dissocia espressamente da tutti i contenuti che possano costituire violazione della normativa civile e penale od oltrepassare i limiti della morale comune. È dispiaciuta per quanto successo a propria insaputa e riafferma di non essere mai stata né preventivamente informata né tanto meno coinvolta».

Rispondi