Scarseggia il sangue negli ospedali, domenica a Monreale il Camper dell’Avis

0

Con l’arrivo del caldo e della bella stagione calano drasticamente le donazioni di sangue. Un calo fisiologico che mette in crisi ogni anno gli  ospedali dell’Isola per la mancanza di sangue.  Anche in questa torrida estate iniziano a farsi sentire i primi campanelli d’allarme nei nosocomi, per questo le associazioni dei donatori di sangue stanno iniziando la campagna di sensibilizzazione sul tema e varie giornate di raccolta.

Tra queste c’è la sezione di Monreale dell’Avis, Associazione Volontari Italiani Sangue. La sezione monrealese ha organizzato una mattinata di donazioni di sangue. I donatori potranno recarsi in piazza Guglielmo II a Monreale, domenica 30 giugno 2019 dalle ore 8 alle 12. In piazza ci sarà l’inconfondibile autoemoteca. «Accorriamo numerose e numerosi», dicono i soci dell’Avis di Monreale.

L’Avis comunica che tutti i donatori di qualsiasi gruppo sanguigno e i cittadini in buona salute che vogliono diventare donatori di sangue, sono invitati a recarsi nelle unità di raccolta per dare il proprio contributo, in modo da assicurare, per quanto possibile, la continuità delle donazioni e una certa stabilità delle disponibilità delle scorte anche in questo periodo così difficile.

Donare il sangue significa contribuire a salvare delle vite. Secondo l’Oms sono ancora pochi i giovani donatori. La maggior parte è avanti con l’età. Il 25 per cento ha tra i 36 e 45 anni; mentre il 29 per cento tra i 46 e 55. Quelli dai 18 ai 25 ormai stanno sparendo dal 2013. Lo scorso anno sono risultati poco più di 210 mila (erano 237mila nel 2013), appena il 12 per cento del totale. Quelli nella fascia 26-35 invece rappresentano il 17 per cento (290 mila contro i 333 mila del 2013).

Rispondi