Notte d’inferno nel Monrealese: chiusa la SP57, case isolate e blackout (FOTO)

0

Notte infernale a Monreale e in tutto il comprensorio a causa delle forti raffiche di Maestrale, che continua a soffiare. Questa mattina si contano i danni e si interviene sulle aree maggiormente colpite.

Una delle zone del Monrealese che ha subito maggiori conseguenze è quella di San Martino delle Scale dove il vento a sradicato numerosi alberi facendoli abbattere sulla SP57. Per tutta la notte la Protezione Civile e Vigili del Fuoco hanno lavorato senza sosta per liberare la strada nonostante il vento continuasse a imperversare. Sul posto due squadre dell’associazione di Protezione Civile Overland, gli assessori Nicola Taibi e Luigi d’Eliseo, i delegati del sindaco per la frazione montana di Monreale, il consigliere comunale Flavio Pillitteri. A lavoro anche una pattuglia della Polizia municipale monrealese e i Carabinieri della stazione di San Martino.

La SP57 è ancora chiusa per motivi precauzionali, fa sapere l’assessore Taibi. Un’altra pattuglia della Polizia Municipale ha raggiunto la SP57. Nel corso della serata di ieri alcuni alberi sono rovinati sulla Circonvallazione di Monreale, in via cozzo del Pigno, a Giacalone, sulla provinciale di Pezzingoli. Diverse famiglie sono rimaste isolate a causa delle caduta di rami lungo le strade delle periferie. Nella frazione di Grisì è arrivata a mancare anche la corrente elettrica. Guasti alla rete elettrica anche a Pezzingoli. 

In tutta la provincia sono stati circa cento gli interventi compiuti dai vigili del fuoco del comando provinciale fino alle 7 del mattino con altre 100 richieste a cui dare risposta.

Rispondi