Monreale, l’acqua torna potabile ma solo in alcune vie cittadine

Il sindaco ha firmato un'ordinanza che revoca parzialmente il provvedimento precedente

0

MONREALE – L’acqua torna potabile in alcune vie dell’area urbana della città. Lo ha confermato il sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono, che ha firmato un’apposita ordinanza sindacale. Il primo cittadino, con ordinanza sindacale numero 53, ha revocato parzialmente la precedente ordinanza del 12 agosto.

Il Comune era in attesa di conoscere gli esiti delle analisi eseguite dall’Asp di Palermo sui campioni prelevati in seguito al alcune problematiche sorte ormai da tre mesi. L’azienda sanitaria provinciale ha riscontrato la conformità ai parametri comunicandolo all’acquedotto monrealese.

Le zone in cui l’acqua è diventata di nuovo potabile sono: via Antonio Veneziano e zona limitrofe; via Pietro Novelli bassa e zone limitrofe; Monreale zona Baviera; Monreale zona Carmine; Monreale quartiere Carrubbella e zone limitrofe; Monreale Piazza Vittorio Emanuele II Guglielmo II e zona limitrofe; Monreale quartiere Ciambra e zone limitrofe.

Sono tanti i cittadini che si chiedevano se l’acqua era tornata ad essere potabile. Per avere una risposta ufficiale, l’amministrazione attendeva l’esito degli esami dell’Asp. L’ordinanza riguarda solo le aree urbane menzionate. Resta in vigore la non potabilità per le altre zone.

A Monreale il problema della non potabilità è legato ad una riscontrata torbidità, non a parametri difformi. A Pioppo, a seguito di verifica effettuata dall’ASP di Palermo era stata riscontrata la non conformità dei parametri imposti per legge. In entrambi i casi, per motivi precauzionali, il sindaco aveva emesso una ordinanza dove si fa divieto ad utilizzare per uso potabile ma per uso igienico-sanitario l’acqua della condotta nelle zone interessate in attesa della risoluzione definitiva della problematica.

Rispondi