Zona rossa, Arcidiacono chiede il rinvio delle lezioni in presenza

0

“Ho deciso di chiedere al governo di posticipare temporaneamente la riapertura delle scuole”. Lo dice in una nota il sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono, alla luce della riapertura delle scuole fino alle medie, in Sicilia.

Se la Sicilia da domani sarà in zona rossa, le scuole da lunedì riprenderanno le lezioni in presenza. Riprenderanno infatti gli asili, le scuole dell’infanzia, le elementari e le medie. Superiori e università continuano con la Dad eccetto che per le attività di laboratorio improrogabili.

“Ognuno di noi sta attraversando un periodo davvero complesso – commenta il sindaco di Monreale -, tante le paure, poche le certezze. Con enormi sacrifici è stata avviata una campagna screening imponente accendendo i riflettori sulla popolazione scolastica. Un’iniziativa tanto necessaria quanto lodevole, un’azione capace di far comprendere il reale stato di salute del territorio. La scuola è il posto più bello del mondo perché da lì inizia il viaggio della vita. Questo però non deve influenzare il potere di chi oggi è chiamato a decidere sulle sorti di un popolo”.

La Regione, intanto, sta programmando attività di screening, con tamponi antigenici rapidi, per alunni e docenti afferenti alla scuola primaria e secondaria di primo grado che rimarranno in presenza.

“Ho deciso di chiedere al governo di posticipare temporaneamente la riapertura delle scuole e di valutare la stessa in funzione dei risultati dei test. In tempo di covid, non esiste la decisione perfetta ma forse quella meno sbagliata”.

Rispondi