MonrealeLive.it
Giornale Online di Monreale

Lavori al Carmine “affossano” il commercio, il Masaico chiede revisione piano traffico

Il movimento chiede al sindaco e all'assessore di rivedere il piano traffico del centro storico

Il movimento Il Mosaico chiede all’amministrazione di modificare il piano traffico del centro storico di Monreale facendosi portavoce di alcuni commercianti che lamentano un grosso calo delle vendite.

Il cantiere aperto al quartiere Carmine a Monreale e il piano traffico attuato in questi ultimi mesi starebbero creando non pochi disagi a residenti e commercianti, secondo il movimento passato all’opposizione.

I commercianti, denuncia il Mosaico in una nota, lamentano un notevole calo di vendite che si somma all’assenza di turisti a causa della pandemia. Il gruppo politico chiede quindi all’amministrazione Arcidiacono di accogliere le richieste dei tanti cittadini in difficoltà, rivedendo il piano traffico del centro storico.

“Da più di tre mesi chiediamo di rivedere il piano traffico del centro storico, ritenendo che il periodo invernale e il contesto pandemico, con l’assenza di turisti, non si adattavano all’attuale organizzazione del traffico veicolare. Oggi si aggiungono i problemi legati ai lavori di recupero urbanistico del quartiere Carmine che creano ulteriori disagi ai cittadini e penalizzano, ancora di più di quanto non lo siano in questo momento, i negozianti del centro storico.” Ha dichiarato Ignazio Davì, Consigliere Comunale del Gruppo Il Mosaico.

“Riteniamo necessario che venga effettuata una riflessione che tenga in conto esigenze di viabilità, collegate ai lavori del Carmine, assenza di flussi turistici ed esigenze degli esercenti operanti nel centro storico di Monreale. Il sindaco e l’assessore alle attività produttive, Geppino Pupella – aggiunge Roberto Gambino, portavoce del Movimento – tra i tanti impegni e le multideleghe specifiche che lo oberano, ascoltino il punto di vista dei cittadini e dei commercianti in difficoltà. Nuove soluzioni, flessibili e dinamiche con l’avanzare dei lavori, vanno valutate e attuate”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.