Monreale punta sul “turismo lento”, capofila nel progetto del “Cammino dei Mille”

A Monreale si è già tenuta una conferenza nella sede dell’assessorato turismo e cultura

0

A Monreale via alle iniziative legate alla promozione del “turismo lento”. La giunta Arcidiacono ha approvato una delibera legata a “Il cammino dei Mille alla presa di Palermo”, che proporrà nuovi cammini e percorsi ciclo turistici. Si tratta d’itinerari che in questo periodo registrano un marcato incremento delle presenze. A Monreale si è già tenuta una conferenza, nella sede dell’assessorato turismo e cultura del comune di Monreale, con diversi rappresentanti dei comuni dell’Hinterland aderenti alla iniziativa, con Monreale Comune capofila.

“Il turismo lento tende ad avere un rapporto più attento al benessere psicofisico personale – spiega l’assessore Rosanna Giannetto – con un legame più intimo con il territorio che attraversa, cercando di coglierne l’identità contemplando il paesaggio naturale e umano ascoltandone anche gli echi della sua storia”.

LEGGI ANCHE:
La favola di Charlotte e Jaime a Monreale, nozze da sogno tra sangue blu

In tale contesto la Pro Loco di Monreale ha sviluppato un progetto volto all’istituzione di un nuovo cammino storico, “Il Cammino dei Mille alla presa di Palermo” che, sulle orme dei Mille, attraversa i territori degli enti coinvolti e si ritiene possa offrire nel tempo una buona opportunità per promuoverne i territori. Sono stati effettuati studi volti alla ricostruzione storica degli eventi, scelti i percorsi e scritti i testi volti a guidare i camminatori e presentargli il territorio dal punto di vista storico-culturale, paesaggistico e naturalistico”.

“Attraverso questi strumenti – aggiunge l’assessore al Turismo, Pupella – vogliamo creare i presupposti per migliorare l’attrattività e la fruibilità del cammino, che potrebbe offrire un’opportunità per riqualificare le aree urbane ed extraurbane del nostro territorio”.

LEGGI ANCHE:
Atto vandalico davanti al Duomo, imbrattati i muri della Chiesa degli Agonizzanti
SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.