Silvio Termini è l’Ironman monrealese, la sua impresa sportiva a Nizza

Ironman è uno dei campi da gioco di triathlon più importanti d'Europa e quest'anno è stato organizzato a Nizza

0

Silvio Termini, geometra monrealese, è IronMan dopo aver compiuto un’impresa degna di nota, percorrendo oltre 220 chilometri a nuoto, in bici e di corsa. Teatro dell’impresa è stata Nizza, celebre città lungo la riviera mediterranea francese.

Termini ha percorso quattro chilometri a nuoto, 180 chilometri in bicicletta e 42 a piedi in undici ore e 33 minuti di attività continua, arrivando a piazzarsi 38esimo. Uno sforzo sovrumano quello del triathlon, competizione olimpica, che richiede uno sforzo e una preparazioni ai limiti del possibile.

Ironman è uno dei campi da gioco di triathlon più importanti d’Europa e quest’anno è stato organizzato a Nizza. Si tratta di una manifestazione internazionale, organizzata ogni anno in diverse capitali europee, che attira migliaia di sportivi desiderosi di superare sé stessi. Silvio Termini aveva tutte le carte in regola per compiere quest’impresa e così è stato.

In ben undici ore e 33 minuti di attività fisica continua ha infranto il proprio record personale, dando ottima prova di agonismo e di sopportazione dello sforzo fisico. Ha terminato la fase a nuoto in un’ora e 14 minuti. Poi 6 minuti di cambio. È quindi giunto il momento della corsa in bici che ha completato in 6 ore e 22 minuti. Poi altri 7 minuti di cambio e riposo per poi terminare in grande stile con la maratona in 3 ore e 40 minuti. “La corsa in bici aveva un dislivello di circa 2mila metri – dice l’Ironman monrealese – è stata molto pesante tre le tre discipline”.

LEGGI ANCHE:
Un altro hub ad Aquino, vaccini il 23 ottobre anche per gli studenti fino a 12 anni

Dietro alla gara di Nizza anni di preparazione. “Un allenamento durissimo, fatto di dieta e sacrifici”. Per arrivare in forma a Nizza, Termini si allena da circa due anni per via della sospensione legata all’emergenza sanitaria. Termini pratica il triathlon già da circa 4 anni. “Una disciplina che spinge a fare sempre di più”.

LEGGI ANCHE:
Schianto Cinquantina-600 a Monreale, un giovane in ospedale
SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.