L’ultima “fatica” letteraria di Maria Sapienza, “Romanzo coinvolgente, che fa riflettere”

0

“Ayman, il bambino ritrovato” è l’ultimo romanzo scritto dalla monrealese Mariella Sapienza. La presentazione della sua ultima opera letteraria è in programma per domenica 17 ottobre, alle 17, al Circolo di Cultura Italia di piazza Vittorio Emanuele, a Monreale.

Un’opera che ci invita alla riflessione

“Il potere della narrazione che dona nuovi significati all’identità. Un romanzo coinvolgente col quale Maria Sapienza ci conduce a riflettere con destrezza sull’importanza del ruolo che ciascuno di noi occupa nella comunità”. Così viene descritto l’ultimo romanzo di Mariella Sapienza dallo psicologo Gianni Ferraro, che interverrà nel corso della presentazione del 17 ottobre assieme a Claudio Burgio, presidente del Circolo di Cultura “Italia”. L’incontro, moderato dal Daniela Balsano, sarà introdotto proprio da Gianni Ferraro. Tra gli interventi quelli di Biagio Cigno, Benedetto Rossi, Carlo Guidotti (Editore “Ex Libris”). Parteciperanno anche il sindaco monrealese Alberto Arcidiacono e il maestro puparo Piero Scalisi.

La copertina di Franco Nocera

All’interno del romanzo ci sono le foto di Pavolo Giargiana, Giuseppe Giurintano e Provvidenza Gullo. Sono di Benedetto Rossi le fotografie e le scene dei paladini realizzate con tecnica mista. La copertina è tratta da un’opera di Franco Nocera.

Chi è Mariella Sapienza

Mariella Sapienza è una commerciante monrealese ma anche una poetessa in lingua siciliana e una scrittrice. Ha studiato presso il liceo classico E. Basile di Monreale. Si è laureata in Pedagogia nel 1995. Ha conseguito l’abilitazione professionale all’insegnamento presso la scuola primaria e materna nel 2000. Ha insegnato Pedagogia e Filosofia presso il liceo socio-psico-pedagogico G. Ugdulena del Comune di Caccamo. Gestisce il negozio storico di famiglia, fondato dal bisnonno nel 1888. È madre di due figli, Federico di 25 anni e Alessandro di 21. Scrive poesie e articoli per giornali. Ha ricevuto il riconoscimento per la scrittura presso la sala Onu Teatro Massimo (Donnattiva). Nel 2015 ha pubblicato il suo primo romanzo autobiografico Il grande albero, poi Sofia, il suo secondo romanzo.

LEGGI ANCHE:
Non si muore solo di Covid, a Monreale giornata di prevenzione del cancro
SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.