La Tari sarà restituita ai monrealesi virtuosi tramite sconti nei negozi locali

Il Comune di Monreale aderisce al protocollo d’intesa con la società Remunero che garantisce una “premialità” agli utenti in regola con la tassa sui rifiuti

0

MONREALE – Il Comune di Monreale restituirà il 100% della Tari 2020 già pagata dai cittadini grazie al patto con Remunero. Giovedì 25 novembre alle ore 11.20 presso la Casa Cultura Santa Caterina del Comune di Monreale (PA), sarà presentato il protocollo d’intesa siglato con Remunero in merito alla restituzione del 100% della TARI ai cittadini e alle imprese del territorio.  La premialità si traduce nella restituzione pari a quanto dovuto annualmente per la TARI, versato a tutti gli utenti, sia famiglie sia imprese.

I requisiti per la restituzione della Tari

Per ottenere la restituzione della TARI, basterà rispettare tre parametri. Da essere in regola con il pagamento della TARI, all’aver conferito correttamente i rifiuti alla non ricezione di multe di carattere ambientale. In più, per le aziende è prevista una riduzione della base imponibile immediata fino a un massimo del 30%. Obiettivo finale è la restituzione del 100% della TARI ai cittadini e alle imprese del territorio. Si tratta di un accordo della durata di 5 anni che non comporta oneri per le Amministrazioni comunali e prevede il pieno rispetto della privacy e dei dati personali.

“Aderiamo con entusiasmo al protocollo d’intesa con Remunero che incentiva l’economia circolare e porta molti vantaggi ai nostri cittadini virtuosi – evidenzia il sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono”.
L’accordo non modifica il contratto di servizio con la società che gestisce l’appalto di raccolta rifiuti e prevede la restituzione dell’importo pagato per la Tari 2020 da ciascun utente, sotto forma di sconti per acquisti presso i punti vendita convenzionati, senza gravare sulla spesa pubblica, essendo totalmente a carico della società Remunero. “Abbiamo deciso di accettare – continua Arcidiacono – perché si tratta di un sistema virtuoso che incentiva la sostenibilità ambientale. Il nostro plauso va a un progetto che consente di conciliare la salvaguardia delle risorse ambientali con il benessere economico e la qualità sociale, attraverso un sistema di premialità riservato agli utenti virtuosi”.

“Siamo molto soddisfatti che il Comune di Monreale – dice Federico Orlando, fondatore e amministratore di Remunerosi sia aggiunto ai tanti che hanno già scelto di prendersi cura dell’ambiente rafforzando la raccolta differenziata tramite lo strumento premiante di Remunero, dando così la possibilità ai propri cittadini e alle imprese del territorio di recuperare il 100% della TARI versata. Remunero cambia il paradigma del rapporto tra il cittadino e l’utilizzo dei servizi di pubblica utilità – aggiunge poi Orlando – per ottimizzare in direzione dell’economia circolare le attività di servizio pubblico. L’Italia è al primo posto tra le principali economie dell’Unione europea per l’economia circolare, prima di Francia e Germania. Remunero è un modo intelligente per continuare a essere i primi in Europa fra i Paesi virtuosi”.

Come funziona Remunero?

Per ogni utente che si registra sulla piattaforma di Remunero viene aperto un conto online e inviata una carta per i pagamenti: la Remunero Card.  È prevista una commissione di transazione del 3,5% per sbloccare l’importo accreditato. Per i privati l’importo svincolato viene anticipato trimestralmente, così da verificare il comportamento virtuoso degli utenti e può essere utilizzato solo all’interno del proprio  territorio per pagare fino al 30% di ogni acquisto effettuato, creando così un sistema di economia circolare.

Chi è Remunero?

Remunero è il primo modello di economia circolare multifunzionale, rivolto ai Comuni italiani ed europei, indirizzato all’armonizzazione e alla salvaguardia dell’ambiente e del territorio, attraverso una serie di strumenti e servizi alla persona, alle aziende e alle amministrazioni comunali. In Italia, Remunero ha introdotto il suo primo progetto ambientale che, attraverso la premialità, restituisce la TARI ai contribuenti virtuosi.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.