Tragedia di Ravanusa, solidarietà dal sindaco di Monreale

Una palazzina è crollata in seguito a una violentissima esplosione

0

“Ieri una tragedia ha colpito Ravanusa, il crollo di alcune abitazioni ha causato la morte di chi vi abitava. Ci sono dei dispersi che obbligano ognuno di noi a un momento di preghiera. Monreale è vicina a tutta la comunità e non si tirerà mai indietro in caso di necessità”. Queste le parole del sindaco di monreale, Alberto Arcidiacono, all’indomani della tragedia che ha colpito Ravanusa, piccolo comune dell’Agrigentino.

Una palazzina è crollata in seguito a una violentissima esplosione causata da una fuga di gas. Nelle ultime ore è salito a quattro il numero dei morti. Ogni minuto che passa si teme il peggio per le persone rimaste sotto le macerie della palazzina crollate a Ravanusa.

Solidarietà anche dalla diocesi di Monreale. “L’Arcivescovo di Monreale è tutta la Comunità diocesana, si uniscono al dolore dei familiari delle vittime di Ravanusa e all’intera Arcidiocesi di Agrigento. Mons. Pennisi invita tutti alla preghiera e alla solidarietà cristiana”.

Anche il presidente della Regione Nello Musumeci è in viaggio verso Ravanusa, il piccolo centro dell’Agrigentino dove ieri sera una fuga di gas ha causato un’eplosione che ha provocato il crollo di alcuni edifici con alcuni morti e dispersi. Musumeci è in costante contatto con il capo della Protezione civile regionale, Salvo Cocina, che si è recato subito sul posto. Stamane il prefetto Laura Lega, capo dipartimento dei Vigili del fuoco, ha telefonato al presidente della Regione per esprimere la propria solidarietà e assicurare la massima disponibilità di tutto il Corpo dei pompieri. Musumeci ha sentito anche il capo della Protezione civile nazionale Fabrizio Curcio che incontrerà tra poco sul luogo del disastro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.