Nessun giovane monrealese sarà chiamato alle armi per la guerra che si sta combattendo in Ucraina in seguito all’invasione russa. Lo conferma il sindaco Arcidiacono dopo che in città si sarebbe diffusa una fake news su una possibile chiamata da parte dello Stato.

Ora il sindaco Alberto Arcidiacono rassicura i giovani monrealesi. Nessun giovane monrealese, come si vocifera in queste ore, partirà per la guerra in Ucraina, anche perché da diversi decenni l’esercito italiano è costituito da professionisti. La leva obbligatoria è stata abolita nel 2004. Quindi l’elenco pubblicato dall’ufficio Leva del Comune Monreale è un obbligo di legge che non comporta nessuna conseguenza.

L’Ufficio leva provvede annualmente alla formazione delle liste di leva per anno di nascita degli iscritti, dove sono compresi i cittadini italiani di sesso maschile che compiono 17 anni di età dall’1 gennaio al 31 dicembre dell’anno in corso. La lista di leva così compilata viene pubblicata all’Albo pretorio per 15 giorni, e inviata entro al Distretto militare.

Seguici su Facebook
Articolo precedenteMonreale, tagliato grande albero all’Abbeveratoio, potati gli altri e rimosso il gazebo
Articolo successivoMonreale, una giornata di digiuno e preghiera per l’Ucraina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui