Non avrebbe ordinato la demolizione di una attività commerciale ritenuta abusiva a San Martino delle Scale intestata a A. M. per altro costruita su area del demanio pubblico. La Procura della Repubblica di Palermo, accogliendo la istanza difensiva presentata dai legali Salvino Caputo, Francesca Fucaloro e da Giada Caputo, ha presentato richiesta di archiviazione che in data 26 maggio scorso è stata condivisa dal Gip presso il Tribunale di Palermo.

“Nel maggio 2019 – ha precisato Salvino Caputo – il Distaccamento del Corpo forestale di Villagrazia, su delega della Procura della Repubblica, contestava in sedi d’interrogatorio nei confronti del Dirigente Comunale di Monreale, Maurizio Busacca, i reati di omissione e di abuso di ufficio, per non avere attivato le procedure di demolizione di una attività commerciale a San Martino delle Scale, considerata abusiva e per altro ricadente in area demaniale pubblica. Busacca dimostrava di avere invece attivato tutte le procedure amministrative attraverso la produzione delle ordinanze di diniego di sanatoria, di demolizione del manufatto e di acquisizione al patrimonio comunale”.

Contemporaneamente la difesa di Busacca attraverso indagini difensive svolte da Giada Caputo, presso i vari uffici comunali, dimostrava che il dirigente Busacca aveva anche effettuato le segnalazioni di legge al Comando della Polizia Municipale di Monreale e di avere anche sollecitato la emissione del provvedimento di competenza della polizia giudiziaria attestante la inottemperanza all’ordine di demolizione. È stato anche dimostrato che il dirigente comunale aveva anche predisposto un computo metrico, sottoposto al parere degli uffici comunali, per le spese di demolizione. “Si chiude dopo 2 anni – hanno dichiarato Salvino Caputo e Giada Caputo – una singolare vicenda che ha visto un Dirigente comunale sottoposto a procedimento penale per gravi reati, nonostante abbia posto in essere tutte le procedure previste dalla legge”.

Seguici su Facebook
Articolo precedenteVaccini “tradizionali” per i bambini, torna l’open Day dell’Asp di Palermo
Articolo successivoL’artista Rosalba Gambino dona alla città la “Dama Monreale”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui