contatore free

Porte aperte all’Abbazia di San Martino delle Scale: visite guidate e degustazioni

Visite guidate e degustazioni alla scoperta dei tesori dell'antico monastero

0

MONREALE – Come ogni seconda domenica del mese, anche a marzo sarà possibile visitare l’abbazia di San Martino delle Scale, alla scoperta della spiritualità benedettina e dei tesori artistici e gastronomici del monastero. Questo mese l’abbazia aprirà le sue porte, oltre che il 10 e il 17 marzo, e sarà possibile partecipare a due turni di visite guidate alle ore 10.30 (appuntamento alle 10) e alle 16.00 (appuntamento alle 15.30).

Alla scoperta di una delle abbazie più grandi d’Europa

L’abbazia di San Martino delle Scale, l’unica ancora attiva in Sicilia e tra le più grandi d’Europa, apre le porte per mostrare ai visitatori le sue bellezze e i suoi tesori. Fondata nel 1347 dall’abate Angelo Sinisio, anche se la tradizione vuole risalga al VI secolo, ai tempi di Papa Gregorio Magno, l’abbazia di San Martino ha una storia affascinante da raccontare.

Cosa si visiterà?

Sarà possibile visitare la bottega monastica, ricca di prodotti provenienti da tutta la penisola, dove è possibile acquistare l’unica birra d’abbazia di tutta l’Italia meridionale, Hora Benedicta, ormai famosa e premiata nelle sue versioni bionda e scura da meditazione. Inoltre si potrà accedere allo splendido coro ligneo cinquecentesco della chiesa e al suo prezioso organo, visitare il museo dei Bambinelli di Cera, lo scalone monumentale, la splendida facciata rivolta verso Palermo, l’antica Farmacia, la sala capitolare e il suo museo con preziose opere d’arte e oggetti liturgici del XVII e XVIII secolo. E ancora il refettorio, luogo che fa da sfondo al programma televisivo “Le ricette del convento” che va in onda su Food Network, dove sarà possibile incontrare i monaci protagonisti della trasmissione.

“Vogliamo raccontare a tutti la bellissima storia di questa abbazia e del nostro grande santo fondatore Benedetto da Norcia. Vogliamo dire alla gente come qui da 800 anni si faccia cultura, si preghi e si aiuti il prossimo. Ma vogliamo anche che si conoscano le tradizioni monastiche, così legate al territorio, come quelle gastronomiche e le nostre birre d’abbazia che coniugano antichi sapori e qualità moderna” dichiara dom Riccardo Tumminello, che si occupa delle visite guidate.

Possibilità gastronomiche

Chi fosse interessato potrà prenotare anche una degustazione delle due birre d’abbazia, la bionda e la scura, abbinate a formaggi locali e cassata siciliana, che si terrà nel pomeriggio dopo la visita guidata delle 16.00.

Per prenotazioni o informazioni è possibile contattare su WhatsApp il numero 3473187857 o 3884499899, oppure inviare un’email a [email protected].

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.