contatore free

Superare le barriere dell’Autismo: una lezione di vita al Veneziano-Novelli

La scuola Veneziano-Novelli di Monreale sta promuovendo la consapevolezza sull'autismo e l'inclusione attraverso incontri formativi con l'associazione Convivi l'autismo

0

MONREALE – Il tema della conoscenza e della consapevolezza dell’autismo in cima all’agenda didattica del Veneziano -Novelli. È cominciata oggi una serie di incontri informativi e formativi sull’autismo e le disabilità, a cura dell’associazione Convivi l’autismo, indirizzati agli alunni delle classi quinte della primaria e terze delle medie. Loredana Chiamone, presidente dell’associazione, e le volontarie Alessandra Spinoso ed Elisabetta Vitale, supportate dall’ associazione Protezione civile Evergreen e dalla presidente Emanuela Terzo, hanno donato agli alunni e ai docenti la loro personale testimonianza sulla relazione con ragazzi autistici e con disabilità.

“Una realtà complessa e delicata quella dell’autismo, che necessita di consapevolezza e formazione per abbattere il muro della paura, della diffidenza, della distanza che rende ancora difficile l’interazione e la comunicazione con chi convive con soggetti autistici”, ha affermato Loredana Chiamone, indicando nel riconoscimento dell’altro e del suo valore, nella reciprocità della relazione e nell’apertura alla condivisione le direzioni necessarie per l’integrazione e la valorizzazione delle differenze.

Positiva la restituzione emotiva degli alunni che hanno vissuto l’opportunità di considerare con una maggiore consapevolezza la disabilità e di condividere con empatia e partecipazione la speranza dell’abbattimento delle barriere sociali e comunicative e di un futuro autenticamente inclusivo.
“Un momento davvero importante per costruire nuovi strumenti valoriali di relazione e interazione – ha affermato il preside Marco Monastra – in cui la scuola investe per rendere gli alunni capaci di una crescita consapevole e protagonisti di una società più impegnata ed efficace nell’inclusione.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.