Amministrative. Il Movimento 5 Stelle sogna, per Toti Zuccaro ha vinto l’astensionismo

0

Monreale, 9 giugno – Domenica 5 giugno, in diversi comuni siciliani si sono svolte le elezioni amministrative. A totalizzare un risultato eccezionale è stato il MoVimento 5 Stelle che, solo per fare qualche esempio, è riuscito a fare suo il feudo dell’ex presidente della regione Raffaele Lombardo, per non parlare di trionfi in alcune aree finora intoccabili perché di dominio del ministro Angelino Alfano.

Perde terreno quindi il Partito Democratico e il centro-destra ancora alla ricerca di un’identità arranca e non riesce a risalire la china. Il Movimento di Grillo così fa fuori in centri importanti come Alcamo e Vittoria i concorrenti del PD di area Faraone e di Crocetta ipotecando l’elezione del proprio candidato sindaco.

Per il segretario del Partito Democratico monrealese però nessuno può essere dichiarato vinto o vincitore se non l’astensionismo. “Penso che dall’esito in Sicilia delle recenti consultazioni amministrative – afferma a Filodiretto il segretario Toti Zuccaro –  nessuno possa dichiarare di avere vinto le elezioni. Ad avere vinto è stato l’astensionismo e su questo va fatta un’attenta riflessione. Bisogna cercare di riportare la gente a votare con progetti credibili”.  Il Partito Democratico ha registrato un calo dei consensi. Per il segretario monrealese del PD l’analisi da fare non è semplice: “A livello regionale il dato è falsato per la presenza di troppe liste satelliti, riconducibili comunque al Partito Democratico e all’assetto del segretario Renzi”. Inoltre “l’analisi va fatta comune per comune”, tenendo conto della storia e delle condizioni specifiche di ogni luogo. Zuccaro non nasconde che sulle grandi città qualche problema esiste.

A gongolare invece è Fabio Costantini, consigliere comunale eletto tra le fila del Movimento 5 Stelle monrealese, consapevole dell’inesorabile ascesa del movimento guidato da Beppe Grillo. “Aumentano ­– afferma Costantini – sempre più i cittadini che vedono nel Movimento 5 Stelle una forza di governo coerente credibile e capace di rivoluzionare gli schemi della vecchia politica inconcludente, intenta a badare solo ai propri interessi”.

“Il Movimento 5 Stelle – afferma convinto il consigliere pentastellato – come sia a livello locale, sia regionale e nazionale, continuerà tenacemente a proporre l’idea di una politica sana, partecipata ed onesta che ostacoli il malaffare, troppo spesso insinuatosi nelle istituzioni e tra gli amministratori locali”.

Rispondi