Dura nota del sindaco di Piana degli Albanesi per il commissario della SRR Palermo Ovest

0

Monreale, 21 febbraio 2018 – «Sulla gara per l’affidamento del servizio questa amministrazione non può far altro che registrare l’ennesimo stato di assoluto standby delle attività della SRR Palermo Ovest». Lo afferma il sindaco di Piana degli Albanesi Rosario Petta in una lettera indirizzata al commissario straordinario Natale Tubiolo. La missiva giunge al commissario in seguito ad un invito da parte dello stesso Tubiolo, inviato agli uffici tecnici dei comuni afferenti alla SRR, a prendere contatti con i due tecnici al fine di fornire loro i Piani ARO per la definizione di atti propedeutici all’espletamento della gara con la quale si possa affidare il gestore unico del servizio rifiuti.

Nella nota il sindaco ha ricordato come nel corso di un incontro, avvenuto il 21 luglio 2017, era stato dato mandato al commissario di avviare le attività dell’ente che amministra. «Nello stesso incontro, inoltre, come ricorda il sindaco della città del lago, era emersa la possibilità di poter far ricorso ad alcuni tecnici comunali per far fronte alla carenza temporanea di personale all’interno della SRR. «Ipotesi scartata – spiega Petta – avendo il commissario accertato che tali competenze dovevano spettare al personale ex ATO Pa2 PA4. Tale scelta aveva portato ad individuare il personale mediante un atto di interpello, approvato con una delibera, finalizzato all’individuazione del personale per la predisposizione degli atti». Era stata quindi cancellata l’ipotesi di un eventuale ricorso al personale comunale per lo svolgimento delle attività della SRR. «Appare oggi – afferma il sindaco – insensato ridiscutere ancora di utilizzo del personale comunale».

Il sindaco di Piana degli Albanesi ricorda a Tubiolo la questione sollevata dal sindaco di Monreale Piero Capizzi nel corso della riunione del 1 febbraio, avvenuta al Collegio di Maria di Monreale, in merito alle assunzioni prive di una evidenza pubblica del personale attualmente in forza alla SRR. «Questa amministrazione – scrive Petta – in virtù delle condizioni previste dalla vigente normativa sul controllo analogo che gli Enti locali esercitano sulle proprie partecipate, non può esimersi dal richiedere al commissario, quali siano state le modalità di assunzione del personale attualmente in forza e, nel contempo, quale sia lo stato delle procedure riguardanti il personale indispensabile per l’inizio delle attività della Società, già individuato con atto d’interpello». La Regione intanto starebbe studiando una riforma del settore rifiuti. Il sistema delle SRR potrebbe presto vedere calare il sipario.

Rispondi