La fiaccolata per i morti di San Martino. «Paghi caro chi ha sbagliato. Chi sa, parli»

0

Monreale, 26 giugno 2018 – Una fiaccolata per rinnovare la memoria dei defunti del cimitero di San Martino. Un luogo violato dalle mani di un gruppo di persone che, dentro quel luogo sacro, secondo gli investigatori, avrebbe commesso atroci reati, facendo sparire nel nulla i resti di defunti. Sarà una fiaccolata che servirà inoltre a tenere ancora alta l’attenzione dei media su quel cimitero che si trova tra gli i boschi di San Martino delle Scale, per non perdere la memoria dei morti che potrebbero non essere più ritrovati.

La fiaccolata, che si preannuncia partecipata, sarà un momento di profonda e silenziosa riflessione a San Martino delle Scale, una frazione ferita nel cuore e nell’immagine, che gli indagati nell’inchiesta hanno strappato via. La fiaccolata è in programma nel tardo pomeriggio di domenica 1 luglio. «Chiediamo di fare luce sulla bruttissima vicenda accaduta nel cimitero di San Martino – afferma Antonio Abbonato, uno dei promotori dell’iniziativa -. Saremo in tanti e questo è solo l’inizio». Da San Martino intanto giunge un appello rivolto non solo a chi sta indagando sugli avvenimenti accaduti all’interno del camposanto ma anche a chi potrebbe fornire ulteriori spunti per il proseguo delle indagini: «Chiunque ha delle responsabilità deve pagare – continua Abbonato, chiunque è a conoscenza di fatti che possano aiutare a fare luce, parli».

I custodi del cimitero nei giorni scorsi hanno riaperto i cancelli al pubblico, dopo che i carabinieri del Ris hanno terminato le operazioni di prelevamento di alcune salme conservate dentro alcune tombe ipogee. 

Rispondi