Monreale, arrivano fondi per oltre 900 mila euro per ammodernare la SP 30 di Grisì

0

MONREALE – Il dirigente generale Fulvio Bellomo, dell’Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità Dipartimento delle Infrastrutture e della Mobilità e dei Trasporti Servizio 9 – Infrastrutture viarie – Sicurezza stradale, ha firmato il decreto di finanziamento alla Città Metropolitana di Palermo per i lavori di ammodernamento della sede viaria e riqualificazione funzionale della Strada provinciale 30 che interessa il territorio di Grisì. Il documento è stato firmato il 31 maggio 2019 e prevede l’arrivo di fondi per oltre 903 mila euro.

Massimiliano Lo Biondo
Massimiliano Lo Biondo

I lavori di messa in sicurezza per l’ammodernamento della sede viaria e per la riqualificazione funzionale della S P 30 si estenderanno da sopra il lago Poma al bivio De Sisa, per poi continuare, sempre lungo la SP 30, in direzione del bivio Rapitalà.  Saranno previsti gabbioni, cassonetti e livellamento, terre rinforzate, cunette drenanti e asfalto. Nel dettaglio, il capitolo prevede 129.000 euro in entrata per il 2019 e 774.358,01 euro per il 2020 per un totale di 903.358,01 euro. A comunicarlo è Massimiliano Lo Biondo, che si era candidato a sindaco di Monreale con la lista civica #Oltre. Si tratta di un intervento straordinario e storico per Grisì, una frazione che da troppo tempo ormai lancia il suo grido di aiuto anche, e non solo, per la sistemazione di questa strada. 

«Dal 29 aprile (il giorno del post elezioni N.d.R.) avremmo voluto occuparci della SP30. Non è andata bene ma si è continuato a lavorare – afferma a Filodiretto Massimiliano Lo Biondo -. Da qualche giorno è stato pubblicato il decreto che risale al mese di marzo e che doveva prima passare dagli uffici della Ragioneria Generale e poi essere comunicato all’ex Provincia. Ora manca solo la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori e siamo al penultimo atto. Abbiamo voluto portare a termine ciò che avevamo iniziato prima della campagna elettorale, tutto questo per il bene di Grisì. Mi auguro che chi ha sostenuto che l’importo di questi finanziamenti non fossero abbastanza adesso faccia arrivare cinque volte tanto questi fondi».

L’iter per il finanziamento dei lavori è stato seguito da Massimiliano Lo Biondo ed è cominciato nel 2015 col Decreto Patto per il Sud attraverso i fondi CIPE. Il progetto, approvato con la deliberazione regionale n. 301 del 10 settembre 2016, era stato inserito nel programma delle opere pubbliche 2016/2018, con deliberazione commissariale n. 24 del 28 ottobre 2016.

«Mi auguro adesso che la frazione di Grisì – continua Lo Biondo -, che non ha dato fiducia al sottoscritto, riceva quanto promesso in campagna elettorale in maniera proporzionata al consenso ottenuto.  Nonostante io non abbia ricevuto la fiducia dei cittadini di Grisì, per amore della serietà sto seguendo lo stesso, fino al suo compimento, l’iter per i lavori sulla SP 30 iniziato da anni.  Voglio immaginare che chi ha ricevuto più consenso di me, possa far giungere a Grisì almeno 5 milioni di euro e possa riuscire a completare le graduatorie per la ricostruzione post terremoto del Belice, eseguire i lavori nella piazza della frazione, realizzare il depuratore. Grisì merita tanto; tante aspettative sono state create negli animi dei grisioti e a queste adesso si deve rispondere». 

Rispondi