Il quartiere Carmine si fa bello, aggiudicati i lavori a ditta di Marineo

Lo storico quartiere Carmine avrà strade, acquedotti fognature e impianti di illuminazione pubblica nuovi di zecca

0

Il Comune di Monreale aggiudica la gara d’appalto relativa ai lavori di riqualificazione del quartiere Carmine.  La gara è stata eseguita in modalità telematica presso la sede provinciale dell’UREGA.

Come si legge in sull’avviso del Rup, hanno partecipato alla procedura aperta 263 operatori economici, di cui 140 esclusi. Con determinazione dirigenziale l’aggiudicazione dell’appalto è stata formalizzata in favore della impresa “COESTRA s.r.l.” di Marineo che ha offerto un ribasso del 19,426 percento.

Il Quartiere Carmine cambierà decisamente volto e si integrerà con i lavori già realizzati nel complesso monumentale Guglielmo II e nelle Piazze. Si tratta di profondi lavori di riqualificazione ambientale il cui importo si aggira sui 3,9 milioni di euro. Il progetto è finanziato per la quota di € 3.8 milioni dalla Regione Siciliana a valere sulle risorse FSC 2014-2020, mentre la restante quota di circa 100 mila euro sarà elargita dal Comune di Monreale.

Lo storico quartiere Carmine avrà strade, acquedotti fognature e impianti di illuminazione pubblica nuovi di zecca e avrà anche una nuova via d’accesso dal parcheggio Torres grazie anche ad un impianto di sollevamento automatico.

L’intervento previsto in progetto completerebbe l’intervento generale in un’area particolarmente significativa nelle immediate adiacenze del complesso monumentale, il quartiere del Carmine, infatti, è sorto tra il cinquecento ed il seicento ed è considerato un luogo simbolo di Monreale caduto però nel corso degli anni nell’abbandono.

La riqualificazione del quartiere costituisce, anche un ulteriore incentivo per una nuova vivibilità all’interno dei quartieri storici attraverso un recupero del tessuto edilizio urbano. In particolare, come si legge nella relazione generale del progetto, è stata posta molta attenzione alla scala di collegamento che dal parcheggio “Torres” conduce alla via Carmine e alla via Civiletti. La salita è attualmente impraticabile. L’obiettivo è anon solo migliorare il sistema di accesso al quartiere Carmine ma consentire anche l’accessibilità ai diversamente abili e a tutti coloro i quali versano in condizioni di ridotte capacità motorie. Il progetto prevede infatti l’installazione di piattaforme elevatrici tali da garantire il superamento dei dislivelli che l’orografia del terreno presenta ma anche sistemi di comunicazione sensoriale in grado di abbattere le barriere architettoniche, sensoriali e della comunicazione (mappa tattile a rilievo, costituita da caratteri a stampatello e braille).

L’area dell’intervento comprende tutto il quartiere e si estende fino a saldarsi con l’intervento progettuale che coinvolge le Piazze Guglielmo II e Vittorio Emanuele ed il corso P. Novelli. Si prevede, sia per le vie principali che per le traverse interne, il rifacimento totale della pavimentazione esistente con basole di natura calcarea secondo i disegni tipici della tradizione monrealese.

In occasione del rifacimento della pavimentazione è prevista la realizzazione dei servizi di sottosuolo di antica fattura e che necessitano di un rifacimento integrale. Sarà dismessa e rifatta interamente la rete idricacon condotte di distribuzione ad alta densità fino al collegamento con la rete principale di Via Pietro Novelli.

Al Carmine sarà rifatta la rete fognaria e l’intero impianto di pubblica illuminazione. Si prevede la realizzazione di un impianto di illuminazione artistica con lanterne in fusione di ghisa e lampade a vapori di sodio ad alta pressione.

Rispondi