L’amministrazione comunale presieduta dal sindaco Alberto Arcidiacono avvierà un corposo progetto che prevede opere di allargamento del Cimitero comunale monumentale con la costruzione di nuovi loculi oltre lavori di manutenzione straordinaria. Si tratta di un’operazione portata avanti dall’assessore al Bilancio, Luigi D’Eliseo, e dall’assessore ai Servizi Cimiteriali, Geppino Pupella.

Una buona notizia per il Comune di Monreale che da anni attraversa una grave carenza di posti al cimitero con il conseguente sovraffollamento di bare in attesa di una giusta sistemazione, ferme al deposito. L’operazione è possibile grazie alla legge 160 del 27 dicembre 2019, che prevede lo stanziamento di fondi ai comuni, per ciascuno degli anni dal 2020 al 2023, per l’attuazione di investimenti nel settore delle infrastrutture sociali. In particolare, i contributi assegnati a Monreale per gli anni dal 2020 al 202, ammontano nel complesso a 225mila euro. Saranno erogati circa 56mila euro all’anno, per ogni anno dal 2020 al 2024.

Il prossimo passo sarà la progettazione dei nuovi loculi, che sarebbe già stata prospettata dagli uffici comunali e la presentazione del piano di lottizzazione al Consiglio Comunale di Monreale, con il quale si potrà dare il via alle opere.

Grazie alla proposta dei due assessori monrealesi D’Eliseo e Pupella, la giunta ha approvato un atto di indirizzo con la quale vengono destinati i fondi disponibili alla realizzazione di opere riguardanti la riqualificazione e il miglioramento della fruizione del cimitero comunale monumentale, da attuarsi sia attraverso la costruzione di nuovi loculi, sia con interventi manutentivi di carattere ordinario e straordinario. L’Amministrazione comunale si è anche riservata di procedere, con le somme rimanenti, con successivo atto in merito alla destinazione delle risorse derivanti dai contributi statali riferiti agli esercizi 2022 e 2023, già stanziati a beneficio del Comune normanno.

Articolo precedenteCovid-19, l’aggiornamento del sindaco, sono 53 i positivi a Monreale
Articolo successivoDpcm di Conte, la Sicila tra zona arancione e verde, indice Rt oltre 1,5

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui