Pestaggio Alex Catalano, chiesto il rito abbreviato per il presunto aggressore

0

Il Gup del Tribunale di Palermo ha fissato l’udienza di giudizio abbreviato, a seguito di richiesta di decreto di giudizio immediato da parte del Gip di Palermo, nei confronti di A.d.G, 42 anni, al momento sotto custodia cautelare agli arresti domiciliari. Si tratta del presunto aggressore del giovane Alex Catalano, 27 anni, monrealese, pestato selvaggiamente alla fermata del bus. L’udienza del Gup è stata fissata per la fine del mese di gennaio 2021.

L’aggressione avvenne il 16 settembre 2020 nei pressi della fermata del Bus Amat di Monreale, in via Benedetto d’Acquisto. L’imputato – avvocato difensore Piero Capizzi – in concorso con il figlio minorenne, per il quale si procede separatamente, prendendo ripetutamente a calci e pugni il 27enne e lanciando, contro lo stesso una pietra, avrebbe causato alla vittima plurime lesioni personali. In particolare, il ragazzo, ricoverato in gravi condizioni in ospedale, perse sangue dall’orecchio, ha subito la frattura della mandibola, una frattura mastoide destra, una frattura di una costola, tagli alla lingua, al mento e la perdita di due denti incisivi. A causa delle gravi lesioni, il giovane, ha subito anche l’indebolimento permanente della funzione masticatoria.

Per l’imputato, il Pm di Palermo, Eugenio Faletra, ha chiesto il processo immediato con le aggravanti di aver agito in più persone riunite, con l’uso di un arma e con la partecipazione di persona minore degli anni 18. Per il figlio minorenne è in atto un altro procedimento.

Rispondi