MonrealeLive.it
Giornale Online di Monreale

Incremento orario per dipendenti comunali, Davì: “Atto storico, ora tocca ai restanti precari”

Cos' l'assessore comunale al Personale in seguito alla delibera approvata ieri dalla giunta Arcidiacono

“Una delibera storica, un segnale inequivocabile di grande attenzione verso i lavoratori del nostro Comune, che in qualità di assessore al personale, insieme al sindaco, a tutta la giunta e, sostenuto dai gruppi consiliari di maggioranza, abbiamo voluto fortemente”. Commenta così l’assessore al Personale del Comune di Monreale, Ignazio Davì, la delibera adottata ieri all’unanimità dalla giunta comunale che coinvolge ben 124 dipendenti dell’ente.

Integrazione oraria per 124 dipendenti comunali

In particolare, è stata decisa una integrazione oraria, che entrerà in vigore dal 1 febbraio e che interesserà 118 unità di personale a tempo indeterminato e 8 unità con contratto a tempo determinato, i cosiddetti ASU. Il provvedimento permette ai primi un impiego per 30 ore settimanali a fronte delle 24 finora espletate, ai secondi di espletare 30 ore a fronte delle 20 attuali. “I dipendenti del nostro Comune – dice Davì -, sono 254 a tempo indeterminato per cui si evince come questo atto interessi quasi il 50 per cento del nostro personale”.

Un atto in via sperimentale

“Si tratta – aggiunge l’assessore al personale monrealese – di  un atto avviato per  un periodo sperimentale di quattro mesi, “che nasce da una ferma volontà e collaborazione politica con l’assessore al bilancio Luigi D’Eliseo e dal prezioso lavoro dei nostri uffici, in particolar modo del ragioniere Gianfranco La Bruna e del dirigente del settore finanziario Ignazio Tabone, a cui va un sentito ringraziamento”.

Obiettivo: “Stabilizzare tutti i precari comunali”

“Un atto che va incontro alle richieste dei rappresentanti sindacali : un confronto costruttivo e proficuo – precisa Davì -un percorso costruito passo dopo passo grazie all’impegno di tutti. Ottenuto il risultato, adesso il lavoro continua ed ora lo sguardo è rivolto alla stabilizzazione degli unici lavoratori rimasti a tempo determinato e ad un ulteriore potenziamento della struttura amministrativa “.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.