MonrealeLive.it
Giornale Online di Monreale

Monreale zona rossa? Caputo (Forza Italia), “Misure della giunta non sono bastate”

Il responsabile per Forza Italia del Dipartimento regionale per le Attività produttive polemizza con l'amministrazione Arcidiacono

“Evidentemente le misure adottate dalla Amministrazione comunale, fino a oggi non sono bastate per ridurre la diffusione del virus e determinare il rientro di Monreale in fascia arancione o gialla, come invece è avvenuto per il capoluogo di Palermo che e uscito dalla zona rossa”. Con queste parole, Salvino Caputo, nella veste di responsabile per Forza Italia del Dipartimento regionale per le Attività produttive e per il sostegno alle imprese, polemizza con l’amministrazione Arcidiacono.

“Restare in fascia rossa fino al 5 maggio – aggiunge Caputo – significa prolungare disagi e sottoporre i nostri commercianti a ulteriori periodi di crisi con forti ricadute anche dal punto di vista occupazionale. Adesso serve individuare iniziative di sostegno al fine di lenire il disagio dei nostri commercianti, che speravano dei giorni delle festività di maggio per un rilancio delle loro attività”.

“ Certamente – precisa – non è mia intenzione ricercare colpe od omissioni, perché sono questi i momenti in cui bisogna cercare la massima collaborazione e intesa. È chiaro comunque che è necessario ripensare le iniziative da adottare per frenare la diffusione del virus che evidentemente, nonostante divieti e limitazioni continua a diffondersi con livelli che stanno preoccupando le autorità sanitarie provinciali”.

“Probabilmente hanno contribuito i mercati settimanali che nonostante le ordinanze si sono tenuti regolarmente con notevole affluenza di pubblico o la apertura delle scuole in presenza. Certo che in questo momento bisogna adottare misure a sostegno dei nostri commercianti e delle famiglie che stanno subendo disagi e danni economici. Probabilmente – ha concluso Caputo – forse non era il momento adatto per inviare a tutte le famiglie i bollettini per il pagamento delle imposte comunali”.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.