MonrealeLive.it
Giornale Online di Monreale

L’arte per salvare l’Oreto, “Così ci riprendiamo il nostro fiume”

La manifestazione sarà realizzata in tre date diverse e in tre luoghi significativi del percorso dell’Oreto

La rete di artisti che si è costituita all’interno del “Comitato promotore per il Contratto di fiume e di costa dell’Oreto” lancia quest’anno la prima edizione di “Oreto d’Arte”, estemporanea su “Suoni, voci, immagini, sensazioni e respiri dell’Oreto”.

La manifestazione sarà realizzata in tre date diverse e in tre luoghi significativi del percorso dell’Oreto: il 23 maggio ad Altofonte (Fiumelato di Meccini), il 30 maggio a Palermo (foce del fiume) e il 6 giugno a Pioppo (fiume Sant’Elia): tre domeniche all’insegna dell’arte sulle sponde dell’Oreto e in mezzo alla gente, con gli artisti che contaminano la loro arte col bello e il brutto attorno al fiume: dalle 9 alle 17 si susseguiranno esibizioni di musicisti, attori, pittori e poeti per una estemporanea che va oltre la denuncia, che punta a ricollocare l’Oreto nell’immaginario e nel cuore di quanti vivono lungo il suo corso.

Il liceo artistico Mario D’Aleo, su richiesta della Pro Loco di Monreale, ha contribuito all’organizzazione realizzando in mosaico il logo della manifestazione: un lavoro bello e pregevole, che è stato consegnato oggi dalla Preside Loredana Lauricella ad Amelia Crisantino e a Piero Faraci, rispettivamente Presidente e Segretario della Pro Loco di Monreale.

La collaborazione fra la Pro Loco e il liceo D’Aleo porterà senz’altro molti risultati futuri, sempre nell’ottica della valorizzazione del territorio e nel solco della cittadinanza attiva.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.