A Monreale il Catasto degli incendi, arrivano aree inedificabili e divieti di caccia e pascolo

Il sindaco: "Ci consentirà di avere un quadro unico su tutto quello che accade nel nostro territorio"

0

Monreale da oggi ha un catasto degli incendi. L’annuncio dell’amministrazione Comunale questa mattina all’interno dell’ex ospedale Santa Caterina durante una conferenza stampa. Un momento storico  per la città che, dopo 21 anni dalla Legge sul catasto degli incendi, si dota di questo strumento che servirà a scoraggiare parte degli incendi che ogni anni distruggono il territorio.

Dopo 21 anni il Catasto incendi

“Monreale ha deciso di mettere in campo ogni forza – ha detto il sindaco Arcidiacono in conferenza stampa – .Grazie all’aiuto degli assessori e al lavoro dei tecnici comunali. Finella Badagliacca, in particolare, ha lavorato su questo documento facendo notti e ore piccole anche portando il lavoro a casa perché ha creduto nell’azione dell’amministrazione”.

Il Comune così dichiara guerra agli incendiari. “Non risolverà il problema – ha aggiunto il sindaco – ma ci consentirà di avere un quadro unico su tutto quello che accade nel nostro territorio. È comunque una giornata di svolta. Monreale era uno dei tanti comuni assenti, oggi una giornata memorabile”.

LEGGI ANCHE:
Monreale, un arresto dei Carabinieri su ordine del Tribunale

Inedificabilità e divieti nelle aree percorse dal fuoco

Anche l’assessore Rosanna Giannetto ha ringraziato il sindaco e la dipendente comunale Finella Badagliacca. “Un traguardo storico, Monreale finalmente ha il catasto incendi che nasce con l’amministrazione Arcidiacono”. Grazie al catasto le aree percorse da fuoco che saranno vincolate. Per 15 anni non si potrà cambiare la destinazione uso delle particelle catastali percorse dagli incendi, per 10 anni sarà imposta l’inedificabilità assoluta e il divieto di pascolo e caccia. Per 5 anni arà imposto il divieto di rimboschimento. “Un deterrente per ch i continua ad appiccare roghi e  che blocca attività speculative è il catasto delle aree percorse dal fuoco”, secondo la Giannetto.

Il catasto è già attivo ed ha recepito i dati della Forestale come ha spiegato la dipendente Finella Badagliacca, che ha curato il progetto. “Attraverso il portale della Forestale – ha spiegato -, abbiamo recepito le aree percorse dal fuoco. 25 aree individuate in cartografie. Il catasto sarà aggiornato con regolarità”.

LEGGI ANCHE:
Non si muore solo di Covid, a Monreale giornata di prevenzione del cancro

“I dati della forestale sono un ausilio – ha sottolineato l’assessore Giannetto -, abbiamo pensato a una collaborazione con l’istituto Rutelli e all’alternanza scuola-lavoro. Gli studenti andranno a stabilire i confini precisi delle aree, anche con l’utilizzo dei droni”. Sarà disponibile un portale webgis, un work in progress. Il catasto sarà pubblico e disponibile per la consultazione e sarà utilizzato un portale già a disposizione dal Comune di Monreale.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.