Dalla Regione 2 milioni e 900 mila euro per il recupero della chiesa di Sant’Agata

Intravaia: “Diventerà il biglietto da visita della città”

0

La Regione ha stanziato due milioni e 900 mila euro per il recupero della chiesa di Sant’Agata del Monte, ubicata all’ingresso di Monreale, in via Palermo. Ne ha dato notizia il presidente del Consiglio comunale, Marco Intravaia, che si è speso affinché il monumento, in condizioni di degrado e pericolo strutturale, sia recuperato. La somma, che servirà anche per il restauro del prospetto esterno, sarà erogata attraverso l’assessorato regionale alle Infrastrutture.

“Riportare la chiesa – ha detto Intravaia – all’interno del circuito turistico e monumentale di Monreale è stato un obiettivo mio e del sindaco Alberto Arcidiacono, fin dall’insediamento. L’edificio risale al 1565 ed è un gioiellino architettonico in cui si trovano, fra altre opere interessanti, gli stucchi dei Serpotta e mosaici pavimentali molto antichi. La chiesa è chiusa perché ha problemi di tenuta statica e l’intervento mira al recupero strutturale”.

LEGGI ANCHE:
Musumeci, "Settimana di Musica Sacra di Monreale è un inno alla vita", il programma

“Monreale potrà finalmente fruire di uno dei suoi monumenti più preziosi, purtroppo chiuso da tantissimi anni, e restituirlo al culto e alla fruizione turistica. Il restauro del prospetto esterno contribuirà anche alla riqualificazione del centro storico di Monreale e, soprattutto, dell’ingresso in piazza Vittorio Emanuele. La chiesa di Sant’Agata  del Monte, con il suo valore storico – ha aggiunto Intravaia – diventerà una sorta di biglietto da visita per Monreale.  Ringrazio il presidente della Regione Nello Musumeci  e l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone per la perseveranza con cui credono e investono nel recupero dei beni monumentali del nostro territorio, vera occasione di riscatto occupazionale, economico e culturale  per la Sicilia”.

LEGGI ANCHE:
A Monreale il Comandante provinciale dei Carabinieri, Arcidiacono, "L'Arma ci guida"
SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.