Arriva a Monreale la Targa Florio, commossi ricordi di Ugo Campione e Nicola Giacopelli

A Monreale una tappa della Targa Florio tra le più antiche manifestazioni al mondo legate al mondo automobilistico

0

La Domenica mattina arriva la Targa Florio a Monreale con l’ultima giornata con gli equipaggi che raggiungeranno San Martino delle Scale e poi Monreale. Poi la visita al Duomo. Un’altra occasione per Monreale che ospiterà una delle corse più antiche del mondo.

L’incontro a Monreale, al Circolo Italia con Ugo Campione e Nicola Giacopelli

“A cursa” creata da Vincenzo Florio nel 1906, la corsa automobilistica per definizione, è ricca di aneddoti e curiosità. Se ne è parlato ieri al Circolo Italia sui ricordi di Ugo Campione e Nicola Giacopelli. Si tratta di due appassionati che in varia misura sono stati e continuano a essere dentro il mondo per molti versi eroico della “Cursa”. La Proloco ha organizzato l’incontro.

Per Ugo Campione la passione per la corsa comincia quando è ancora bambino, ed è una passione di famiglia che comincia col nonno e si è sviluppata negli anni sino a diventare collezionismo e conoscenza approfondita. Giacopelli non ha avuto familiari che lo hanno introdotto nel mondo di una corsa che si inerpica sulle strade di montagna. Pino Giacopelli ricorda che suo padre, sindaco di Monreale per un breve periodo negli anni ’80, aveva tanti interessi ma era del tutto alieno al mondo delle gare automobilistiche.

I ricordi della Targa Florio, la corsa più antica del mondo

Entrambi gli ospiti hanno raccontato episodi particolari. La partecipazione popolare sorreggeva la Targa Florio in ognuno dei suoi tanti chilometri, si andava di notte nelle campagne per vedere passare le macchine e le difficoltà erano tante che riuscire a completare la corsa equivaleva a compiere un’impresa degna d’essere raccontata. Campione racconta di vetture che vanno fuori strada e vengono di peso riportate in pista dagli spettatori, di piloti infortunati e del cordone di solidarietà che subito si forma intorno a loro.

La Coppa Panormitan da Palermo a Monreale

Quanto al legame fra Monreale e la Targa Florio, Giacopelli ricorda che due anni prima d’istituire la corsa sulle tortuose e strette strade delle Madonie, Vincenzo Florio fece una prova generale con la “Coppa Panormitan”: una gara in salita da Palermo a Monreale, che orgogliosa detiene il primato di corsa più antica del mondo. La gara fu il 18 marzo 1904, giorno del 21° compleanno di Vincenzo Florio. Era una gara di velocità a cronometro ed ebbe grande successo. C’erano tribune in Corso Calatafimi e tanta gente sulle terrazze dell’albergo Savoia, il primo premio era di 1.200 lire. Partecipavano i notabili del tempo e anche Vincenzo Florio, che arrivò terzo e vinse 500 lire subito date in beneficenza.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.