Joe Petrosino pioniere della lotta alla criminalità organizzata, presentato “Una notte a Palermo”

0

La figura di Joe Petrosino protagonista del libro “Quella notte a Palermo” di Salvatore Demma, che è stato presentato venerdì 29 ottobre, alle ore 18, presso il Circolo Cultura Italia a Monreale.

A coordinare l’iniziativa, erano presenti l’autore e il presidente del Circolo Claudio Burgio e la docente Romina Lo Piccolo. Interessanti gli interventi di Carmine Mancuso, figlio di Lenin, maresciallo della Polizia ucciso dalla mafia insieme al giudice Terranova, Giuseppe Rizzo dirigente aggiunto della Polizia Penitenziaria e comandante Casa Circondariale Palermo Lorusso-Pagliarelli, Maria Modica, giornalista e Domenico Zacchia, delegato associazione internazionale Joe Petrosino.

La serata di presentazione del libro è stata animata da letture di alcuni passi da parte di Vincenzo Giaconia e intermezzi musicali di Tonino Di Maria e Flaminio Lombardo. “Non si tratta di eroismo – ha dichiarato il senatore Carmine Mancuso, parlando in generale delle vittime di mafia – ma di uomini e donne dell’alto senso del dovere come lo è stato il tenente Petrosino che combatteva il crimine del racket con una tecnica innovativa dei tempi, addirittura “travestendosi”.

“Ai tempi nostri le tecniche investigative sono cambiate, anche le misure restrittive in carcere sono cambiate in particolare per i mafiosi”. Il comandante Rizzo del Reparto di Polizia Penitenziaria Pagliarelli di Palermo ha ricordato che negli anni si è cercato di migliorare con l’istituzione anche di nuove specializzazione come appunto il “GOM” il gruppo operativo mobile che svolge compiti relativi alla custodia dei detenuti sottoposti a regime di detenzione speciale previsto dall’art. 41bis, così come dei detenuti collaboratori della giustizia, curandone altresì il servizio di traduzione e piantonamento.

L’autore Demma ha concluso la serata ringraziando i presenti per essere intervenuti alla presentazione del libro.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.