Monreale ha un parco inclusivo, Arcidiacono, “Ogni bambino ha diritto alla serenità”

Il parco giochi porterà il nome di Laura Raimondo, storica ostetrica monrealese

0

Monreale ha un nuovo parco giochi ed è un parco giochi inclusivo. Stamattina l’inaugurazione da parte dell’amministrazione comunale all’interno dei giardini esterni della Scuola Pietro Novelli. Tra selfie e sorrisi è stato dato il via all’apertura del parco giochi, che resterà aperto ogni giorno dalla mattina fino alle 18. Nei giorni festivi sarà aperto solo di mattina.

“Finalmente lo auguriamo – ha detto il sindaco Arcidiacono a MonrealeLive -. Un parco inclusivo che mancava a Monreale e che permette l’integrazione di ogni bambino. Ogni piccolo monrealese, infatti, deve vivere momenti di serenità e giovialità”.

Quello inaugurato stamattina è un parco giochi inclusivo, che dà la possibilità a ogni bambino di potervi accedere e giocare. “Inclusivo significa tentare di mettere assieme ogni elemento per dare un gioco, un’opportunità a qualsiasi bambino – commenta il primo cittadino ai nostri microfoni -. Una perfetta integrazione. È così che la comunità si integra e diviene un’unica cosa. Un parco che dona a ogni bambino momenti di serenità”.

Il parco giochi porterà il nome di Laura Raimondo, storica ostetrica monrealese che ha “messo al mondo” migliaia di bambini. “La dottoressa Raimondo è un volto noto a tanti monrealesi. Ha fatto nascere tante persone per questo abbiamo creato questa analogia coi bambini. I bambini hanno dato questa spinta verso questa scelta”. Per l’occasione erano presenti alcuni bambini. Per la foto di rito gli assessori comunali, oltre al sindaco Arcidiacono, il presidente del consiglio comunale, Marco Intravaia accompagnato da alcuni consiglieri.

“Finalmente un vero parco giochi a Monreale”. Ha espresso così la sua soddisfazione il presidente del Consiglio comunale Marco Intravaia all’inaugurazione del parco giochi inclusivo. “Per la nostra città e per i nostri bambini – ha continuato Intravaia – è una giornata di grande gioia. Qui, i momenti ludici dei più piccoli si coniugheranno a integrazione con i bambini con esigenze speciali. Un risultato ottenuto grazie alla collaudata collaborazione con la Regione, che sta intervento con un notevole sforzo economico da sei milioni di euro per finanziare i parchi giochi in un comune su due della Sicilia. Ringrazio in modo particolare l’ufficio tecnico, coordinato con efficienza dall’assessore a Rete Geppino Pupella, per il progetto che è stato riconosciuto meritevole di finanziamento e, dunque, reso possibile”.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.