HomeCronacaCaso Confraternita SS Crocifisso,...

Caso Confraternita SS Crocifisso, Valentino Mirto ritira la candidatura

MONREALE – L’ex presidente della Confraternita del SS Crocifisso di Monreale, Valentino Mirto, ha rinunciato alla candidatura alla Confederazione delle Confraternite. La notizia è stata confermata a MonrealeLive da fonti interne alla Chiesa di Monreale. Si tratta dell’ultimo atto di una vicenda che ha scosso non poco gli animi all’interno della Diocesi di Monreale.

Così l’ex presidente dimissionario della congregazione monrealese ha rimesso la candidatura dopo che un gruppo di confratelli avevano chiesto al vescovo Pennisi di ritirare il nulla osta per la candidatura di Mirto. Una vicenda dolorosa per la storia della secolare confraternita del SS Crocifisso che, si spera, possa adesso chiudersi per un nuovo inizio.

La vicenda parte dai presunti ammanchi scoperti da alcuni confrati, il quali si sono rivolti al legale Francesco Troia per mettere nero su bianco tutto quello che sapevano sull’accaduto. Pennisi, dopo aver ricevuto l’esposto, ha subito commissariato la Confraternita, mettendo come guida pro-tempore don Ferdinando Toia. Il sacerdote ha avuto il compito di studiare le carte relative ai libri contabili e ai bilanci, constatando come in realtà vi sarebbero state delle uscite ma queste sarebbero state poi coperte riportando l’allineamento sui registri contabili.

Mirto, tramite il legale Piero Capizzi, si è sempre difeso. Non vi sarebbero stati ammanchi secondo il dimissionario presidente che avrebbe avuto la facoltà – proprio perché rivestiva tale carica – di eseguire prelievi in ragione degli affari della confraternita. Ma la questione non si era chiusa qui. Lo stesso Mirto, infatti, ha poi presentato la propria candidatura per il rinnovo della struttura organizzativa della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia di cui il vescovo Pennisi è Assistente Ecclesiastico. Al prelato Mirto ha chiesto e ottenuto il nulla osta per la candidatura. Un fatto che ai confrati, che avevano denunciato i presunti ammanchi, non è andato giù. Sa lì sarebbe partita la richiesta a Pennisi di ritirare il nulla osta riservandosi d’informare il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

Ora Mirto, al quale abbiamo chiesto una dichiarazione telefonica ma senza esito, ha deciso di ritirare la candidatura.

Ultime News

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altro dall'autore

Vandali bruciano immondizia a Pioppo, protestano i cittadini

PIOPPO - Questa mattina alcuni cittadini della frazione di Pioppo, allertati...

Lutto a Monreale, si è spento Giovanni Di Verde

MONREALE - Apprendiamo oggi con enorme tristezza della morte di Giovanni...

Mucche libere a San Martino, mamma e figlioletto rischiano l’incidente

Da qualche giorno sui social viene segnalata la presenza di una...

Ufficiale da lunedì la Sicilia entra in zona arancione

Ormai è ufficiale, la Sicilia da lunedì entrerà in zona arancione....

Approfondimenti

Vandali bruciano immondizia a Pioppo, protestano i cittadini

PIOPPO - Questa mattina alcuni cittadini della frazione di Pioppo, allertati da una forte puzza di bruciato sono usciti dalle proprie abitazioni. Davanti alle loro porte, durante la notte, qualche ragazzo ha bruciato una modesta quantità di rifiuti di vario genere, a pochissimi metri dalle porte. Non un...

Lutto a Monreale, si è spento Giovanni Di Verde

MONREALE - Apprendiamo oggi con enorme tristezza della morte di Giovanni Di Verde, 86 anni e storico rivenditore di auto. Di verde è venuto a mancare ieri sera verso le 19:90. Lascia la moglie e tre figli maschi, tra cui il consigliere comunale Giuseppe di Verde. I funerali...

Mucche libere a San Martino, mamma e figlioletto rischiano l’incidente

Da qualche giorno sui social viene segnalata la presenza di una mandria di mucche. Poche ore fa si aggiravano nei pressi della via SP 57, rendendo difficile agli automobilisti passare senza colpirle. Adesso, nei gruppi facebook, sono aumentate le lamentele. A seguire riportiamo il messaggio di una cittadina, che...

Ufficiale da lunedì la Sicilia entra in zona arancione

Ormai è ufficiale, la Sicilia da lunedì entrerà in zona arancione. Dopo essere stati d'esempio per l'Italia intera, quando, durante il primo lockdown e l'esodo degli studenti siciliani scappati dal nord, siamo riusciti a tamponare una situazione d'emergenza che si prospettava più che drastica. Adesso la situazione sembra...

Monreale si sveglia col maltempo e con la nebbia

MONREALE - Da questa notte una leggera pioggia imperversa sulla città normanna e non sembra voler smettere. Le condizioni climatiche in tutta la provincia di Palermo sono visibilmente peggiorate nelle ultime ore, ma - già da domani - dovrebbe esserci un repentino ritorno al clima mite, con...

Niente acqua potabile a San Martino delle Scale

A seguito di verifica effettuata dall’Asp di Palermo, è stata riscontrata la non conformità dei parametri dell’acqua imposti per legge a San Martino delle Scale nel tratto che va da Piazza Reale a Portella Maglietta .Per tale motivo il sindaco Alberto Arcidiacono a scopo precauzionale e per...