Reti idriche all’Ati, Pupella:”cessione prevista anche dalla condizione di dissesto finanziario”

0

MONREALE – “Non conosciamo le motivazioni della sentenza in merito al passaggio delle reti idriche del comune di Altofonte all’Ati e non intendiamo entrare nel merito, ma conosciamo bene la situazione di Monreale e siamo ancora più dispiaciuti del consigliere Piero Capizzi di non poterne mantenere la gestione “in house”. L’ex sindaco ha forse dimenticato che è stata proprio la sua giunta a deliberare l’adesione del Comune di Monreale all’Ati”.

L’assessore comunale dei Servizi a Rete Geppino Pupella ha replicato all’ex sindaco Capizzi in merito alla questione idrica, analizzando una serie di aspetti, trascurati dall’ex primo cittadino.

“Avremmo voluto mantenere la gestione comunale – ha aggiunto Pupella – ma l’Ati ci ha comunicato in modo molto chiaro che non possediamo i requisiti per la gestione in salvaguardia, minacciando il commissariamento se non avessimo ceduto le reti idriche. È evidente che la situazione dei vari comuni è diversa, nel nostro caso di comune in dissesto, il ministero dell’Interno, nell’esaminare il bilancio riequilibrato a seguito della dichiarazione di dissesto, avvenuta durante la giunta Capizzi, ci ha imposto l’esternalizzazione del servizio anche per ragioni finanziarie. L’ex sindaco avrebbe fatto bene allora a studiare una strategia per salvare la gestione comunale delle reti e non dopo averci consegnato una situazione che ha determinato a creare”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.