Gestione del Consorzio Biviere, scatta l’interrogazione all’Ars di Caputo

L'interrogazione all’Assessore alle Finanze e all’Assessore alle Autonomie Locali

0

“Il Consorzio del Biviere è un ente molto importante per il territorio, in quanto gestore pubblico delle risorse idriche in un vasto territorio compreso tra i Comuni di Monreale e Palermo, destinatario di risorse pubbliche e degli introiti derivanti da privati cittadini per la distribuzione dell’acqua. Questa indiscussa e rilevante valenza non può non essere verificata dalla Regione, sia per quanto riguarda il funzionamento, che per la dotazione organica che per la predisposizione dei bilanci. In un momento in cui tutte le partecipate regionali sono oggetto di valutazione, ho chiesto, con una interrogazione parlamentare a risposta urgente in aula, all’Assessore alle Finanze e all’Assessore alle Autonomie Locali di operare una verifica anche al regolare funzionamento del Consorzio in quanto soggetto giuridico a capitale pubblico”.

A dichiararlo è il deputato Regionale di Forza Italia Mario Caputo, che nella giornata d’ieri ha depositato un’interrogazione con risposta urgente in aula, al fine di consentire alla Regione di operare una completa valutazione sull’operato istituzionale dell’Acquedotto Consortile del Biviere.

Ted Formazione Monreale

“Il Consorzio – dice in una nota Mario Caputo – per il ruolo pubblico molto delicato, ricoperto nel nostro territorio e per gli utenti del Comune di Palermo, deve svolgere il ruolo istituzionale al di fuori di ogni contesto politico. Il contenzioso aperto con il gruppo consiliare di Forza Italia, determina una esposizione anche mediatica che certamente non può ritenersi in sintonia con la missione di un Consorzio che opera da soggetto giuridico pubblico. Anche perché ritengo – a fronte di precise critiche politiche mosse da consiglieri comunali nell’esercizio delle loro funzioni istituzionali – che il Governo regionale debba fare le necessarie verifiche su un Ente che gestisce pubbliche risorse anche in merito ai criteri di scelta di componenti degli organi direttivi chiamati a gestire le attivita’ nell’interesse dell’Ente stesso e della collettività. Oggi vi e’ un profondo e articolato dibattito sul destino e sull’utilizzo delle risorse idriche in Sicilia, anche in previsione della eventuale cessione all’Amap, ed è anche per questo – conclude – che si impone un’ attenta osservazione sulla gestione del Consorzio Biviere”.

Rispondi