E’ stato pubblicato il decreto del prefetto di Palermo, Giuseppe Forlani, che individua nell’ambito della provincia di Palermo, le strade e i tratti di strade dove possono essere installati e utilizzati dispositivi o mezzi tecnici di controllo a distanza per il rilevamento delle violazioni di cui agli artt. 142 e 148 C.d.S., senza l’obbligo della contestazione immediata.

Il provvedimento è stato adottato all’esito di un’approfondita istruttoria, che ha coinvolto gli enti proprietari delle strade (ANAS e Città Metropolitana di Palermo) e la Polizia Stradale. L’impiego dei dispositivi per il rilevamento delle violazioni corrisponde alla finalità di garantire un controllo sistematico della velocità su tratti di strada caratterizzati da criticità particolari o da elevata sinistrosità, nell’ottica della prevenzione, a tutela della sicurezza stradale. Alcune strade coinvolgono anche il Comune di Monreale.

Strada Statale SS186 – “di Monreale”

– dal Bivio Carolina al centro abitato di Pioppo (Monreale)
– dal km. 22+000 al km. 25+200 (Borgetto)
– dal km. 26+100 al km. 29+000 (Partinico)

Strada Statale SS624 – “Palermo-Sciacca”

– dal km. 3+395 al km. 4+675 (Monreale)
– dal km. 4+675 al km. 9+200 (Altofonte)
– dal km. 9+339 al km. 21+087 (Monreale)
– dal km. 21+400 al km. 26+103 (San Giuseppe Jato)
– dal km. 30+681 al km. 34+100 (Monreale)
– dal km. 56+600 al km. 62+244 (Contessa Entellina)

Seguici su Facebook
Articolo precedenteNelle scuole di Monreale ci sarà acqua potabile per tutti gli studenti
Articolo successivoOrdinanza di Arcidiacono, obbligatorio a Monreale pulire i terreni: rischio incendi ed epidemie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui