Alla fine la denuncia dei genitori della ragazzina aggredita all’interno della villa di Monreale è arrivata. Una denuncia che ha fatto partire l’inchiesta sulla lite tra due ragazzine di 12 anni, di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi. La lite è stata anche ripresa in un video che poi è diventato virale tra i cellulari di parecchi coetanei.

Una vicenda delicata come si apprende da LiveSicilia, su cui stanno indagando i Carabinieri di Monreale che hanno acquisito i filmati. Una ragazzina a terra e un’altra che la trascina per i capelli, mentre il branco aizza alla violenza. Immagini crude. Nella denuncia si ipotizzano sia la violenza usata nei confronti della ragazzina, ad anche la diffusione delle immagini. Tutti i protagonisti, avendo un’età inferiore ai 14 anni, non sono imputabili di alcun reato.

Dietro alla lite vi sarebbe la contesa per un coetaneo. Come riporta sempre LiveSicilia, la scuola frequentata dalla ragazzina trascinata per i capelli le si è stretta attorno con solidarietà. Anche i servizi sociali comunali sono stati allertati per approfondire il ruolo di coloro che incitavano alla violenza piuttosto che intervenire per mettere la pace.

Anche il sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono, aveva fatto appello alla cittadinanza, in seguito alla notizia data da MonrealeLive dell’aggressione a una ragazzina di 12 anni da parte di un branco, ripresa e postata sulle chat di Whatsapp. “Dedichiamo del tempo ai nostri ragazzi, ascoltiamoli, ma soprattutto insegniamo loro a parlare di ciò che provano, temono e desiderano affinché sia di nuovo la loro voce allegra a riempire l’aria delle nostre città e non le loro grida di rabbia”, aveva detto.

Seguici su Facebook
Articolo precedenteDon Pasquale organizza a Monreale una serata Karaoke e un Canta Napoli
Articolo successivoElisabetta II è morta, quando la regina rimase incantata dal Duomo di Monreale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui