C’è anche Giuseppe Lo Biondo della storica profumeria Epifanio di Monreale tra i 32 Maestri del Commercio premiati con le “Aquile” da “50&Più”. Il riconoscimento ai nuovi 32 “Maestri del Commercio” della provincia di Palermo che vantano oltre 25, 40 e 50 anni di attività nel settore del commercio, del turismo e dei servizi della provincia di Palermo. La cerimonia si è svolta oggi nella sala Terrasi della Camera di Commercio di Palermo.

Una manifestazione molto sentita e partecipata organizzata da “50&Più”, l’associazione dei pensionati del commercio presieduta da Carmelo Camilleri aderente a Confcommercio Palermo, perchè – come ha sottolineato il presidente nazionale di Confcommercio Carlo Sangalli nel suo messaggio di apertura – il riconoscimento ai “maestri” parla del loro rapporto di amicizia, prossimità, confidenza e vicinanza con la città, di un legame quasi personale tra le imprese del territorio e la comunità”.

Sul palco, insieme al vicepresidente vicario di “50&Più” Renzo Di Cesare e al segretario Marzia Lionti, si sono alternati per la premiazione l’assessore comunale alle Attività Produttive Giuliano Forzinetti, il presidente del Consiglio Comunale Giulio Tantillo e la presidente di Confcommercio Palermo Patrizia Di Dio. Sono stati loro a conferire le Aquile di diamante (oltre 50 anni), le Aquile d’oro (oltre 40) e le Aquile d’argento (oltre 25)

“Oggi festeggiamo autentiche colonne del commercio cittadino – ha detto Renzo Di Cesare -, 32 nuovi “maestri” che meritano l’affetto e la riconoscenza della comunità perché con la loro dedizione al lavoro hanno rappresentato e continuano a rappresentare piccoli pezzi del tessuto economico e che hanno sfidato difficoltà non indifferenti grazie al loro entusiasmo. Un vero esempio per i più giovani”.

“In due settimane – ha aggiunto Patrizia Di Dio – ho vissuto la premiazione dei negozi storici e quella dei maestri del commercio, comprendendo bene il significato di questi riconoscimenti che sottintendono esperienza, capacità, conoscenza, saperi, responsabilità, talento, intuito, ma soprattutto tanta passione imprenditoriale. Quest’anno la cerimonia è stata particolarmente significativa ed emozionante perché ad essere premiato è stato anche il “mio” Maestro: mio padre che, insieme a mia madre, è stata la mia guida e il mio riferimento nella vita e nell’attività aziendale. Viene ancora in azienda a 84 anni, merita il titolo perché continua a “crederci”, a mettere amore e passione nel lavoro e in ciò che ha creato”.

I 32 PREMIATI: AQUILA D’ARGENTO: Carmelo Firrincieli (38 anni), Antonio Gelardi (34 anni), Matteo Gervasi (35 anni), Fabio Gioia (30 anni), Francesco Porrovecchio (30 anni), Marianna Sgroi (27 anni).

AQUILA D’ORO: Carmelo Amato (41 anni), Rosario Brancato (41 anni), Giovanni Catalano (40 anni), Angelo Massimo Cataldo (48 anni), Pietro Cocco (40 anni), Roberto Costa (44 anni), Francesco D’Addona (48 anni), Pasquale Demma (44 anni), Agostino Gelardi (45 anni), Giuseppe Lo Biondo (43 anni), Aurelio Lo Piccolo (42 anni), Eucarista Mangia (40 anni), Carlo Orlando (47 anni), Angelo Santangelo (44 anni), Filippo Scalavino (45 anni), Rosaria Scalici (40 anni), Umberto Stancampiano (44 anni).

AQUILA DI DIAMANTE: Sebastiano Barone (54 anni) Settimo Cataldo (56 anni), Antonino Costa (55 anni), Nicolò Di Dio (65 anni) Rosalia Dolce (55 anni), Francesco Filangeri (50 anni), Giuseppe Geraci (51 anni), Giovanni Novara (50 anni), Giovanni Tomasello (50 anni).

“50%PIU’”: L’associazione “50&PiU’”, nata nel 1974, aderente a Confcommercio, rappresenta e tutela gli iscritti e la promozione sociale degli over 50, ai quali offre una migliore qualità della vita con la sua vasta gamma di servizi e convenzioni, organizzando anche eventi e manifestazioni culturali, sportive e ricreative a livello territoriale ma anche internazionale. È una associazione che a livello nazionale conta 330.000 iscritti e che risponde alle esigenze dei propri associati anche in materia di fisco e previdenza.

Seguici su Facebook
Articolo precedenteCaro bollette, a Monreale fondi per quasi 160 mila euro dalla Regione
Articolo successivoPossibile perdere peso con l’integrazione?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui