contatore free

Sconto Tari a Monreale, è scontro politico: Costantini “sbugiarda” Fratelli d’Italia

A Monreale si discute sullo sconto Tari del 30% per chi non ha il porta a porta. Merito del lavoro in Commissione secondo Costantini (M5S), non di FdI

0

Si scalda il dibattito politico a Monreale dopo la seduta di Consiglio comunale di ieri, 30 novembre. L’oggetto del contendere è lo sconto sulla Tari del 30% per i cittadini che non usufruiscono del “porta a porta” e la nota a fine seduta inviata ai quotidiani monrealesi dal gruppo di Fratelli d’Italia.

A fare un sussulto dalla sedia è stato il consigliere del M5S Fabio Costantini, presidente della II Commissione, già nella scorsa consiliatura il Movimento 5 Stelle era riuscito a introdurre nel regolamento comunale uno sconto per chi effettua il compostaggio domestico, una pratica virtuosa a beneficio dell’ambiente: “La campagna elettorale è già iniziata da tempo e c’è chi considera i cittadini degli stupidi elettori smemorati da abbindolare con degli slogan propagandistici per proprio tornaconto. Del resto, il Governo nazionale, sta riempiendo le case degli italiani di slogan vuoti che contraddicono puntualmente quanto affermato dagli stessi attori in campagna elettorale”.

“Sono convinto che i colleghi consiglieri di Fratelli di Italia volessero certamente poter dire di aver abbassato la Tari del 30% per loro merito, ma la verità risiede altrove e non nelle loro parole”, aggiunge il consigliere pentastellato che ricorda come all’inizio dell’attuale consiliatura, sia stato lo stesso Costantini a proporre in Commissione Bilancio un altro sconto sulla Tari, questa volta a favore di chi non gode del servizio di raccolta “porta a porta”. Una proposta accolta all’unanimità e che Costantini ha dovuto difendere proprio dall’opposizione di Fratelli d’Italia, che in un primo momento aveva addirittura chiesto di ritirarla, salvo poi “vantarsene come un successo del proprio partito”. Costantini ha anche realizzato un video pubblicato sui social nel lontano 2019: https://fb.watch/oEQF0CQGF0/

“Determinato più che mai, ho invece condotto i lavori della Commissione dimostrando che tale scontistica fosse fattibile e addirittura che la stessa non avrebbe gravato sul bilancio comunale così come inizialmente supposto. Dal proficuo confronto con gli uffici, si è addivenuti alla conclusione che l’operazione fosse fattibile e pertanto, la Commissione si è fatta promotrice di tale proposta (stilata ed articolata per mano del sottoscritto presidente) il quale ha anche fortemente voluto che tale sconto fosse cumulabile (siamo tra i pochi comuni italiania consentirlo) con lo sconto compostaggio (basta consultare gli atti per averne riscontro)”.

Secondo Costantini, dunque, è stato il suo lavoro in Commissione a dimostrare la fattibilità dello sconto e a farlo approvare, ottenendo anche che fosse cumulabile con quello per il compostaggio. Un risultato quindi frutto di un impegno corale della Commissione Bilancio, secondo il Consigliere, “non certo di Fratelli d’Italia, che ora cerca di prendersene i meriti a fini elettorali”.

“Come già comunicati a mezzo stampa il 02 Novembre 2023, ribadisco nuovamente il ringraziamento a ciascun componente della Commissione per il lavoro fatto ed il contributo apportato, perché se non insieme, non si sarebbe giunti ad un risultato utile alla Città. Oggi lo sconto “non porta non porta” è divenuto una realtà per coloro che non beneficiano del servizio, è solo di questo possiamo esser lieti; tuttavia, un pizzico di onestà intellettuale nei “millantatori filogovernativi” non guasterebbe, anzi gioverebbe alla città”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.