Monreale, 30 agosto – Rabbia, stupore, sconcerto, nostalgia; sono questi i sentimenti che ci hanno assalito guardando il video realizzato e postato sui social network da Michela Costa. Le immagini non necessitano di alcun commento, parlano chiaro, e descrivono senza mezzi termini, accompagnate dalla colonna sonora “What a wonderful world” di Louis Armstrong, un luogo che fino a pochi decenni orsono era motivo di vanto per i monrealesi, una meta dove poter respirare aria salubre, lontana dall’inquinamento della città; oggi, invece, è un luogo abbandonato e proprio perché lontano dalla città, bersaglio dell’inciviltà.

Il video “un piccolo omaggio a un luogo che amo – afferma la videomaker Michela – un luogo che tutti i palermitani amano e che per la sua vicinanza alla città è meta delle classiche scampagnate domenicali”. “Un luogo rispettato – dice Michela con ironia –  non solo dai palermitani ma da Monreale, dalla Provincia Regionale di Palermo, dalla Regione Siciliana e dal Corpo Forestale che ogni giorno se ne prendono cura e lo tutelano”.

Intanto i residenti non possono fare altro che constatare la lontananza delle istituzioni da questo ex angolo di paradiso, chiamato in passato addirittura “la piccola Svizzera”, non bastano solo le buone azioni dei volontari che ogni tanto puliscono la borgata montana dai grossi cumuli di rifiuti.

Seguici su Facebook
Articolo precedenteTerremoto. Monreale dona il proprio aiuto, diversi volontari pronti a partire. Ecco come aiutare le zone colpite
Articolo successivoL’annuncio di Pennisi: “Impegno contro i peccati ambientali e contrasto a corruzione e mentalità mafiosa”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui