Pane appena sfornato e Mosaico, terzo weekend a Monreale con Le Vie dei Tesori

Domenica ci si inerpicherà fino al Castellaccio oppure si seguirà Mahlus il Cantore

0

Terzo e ultimo fine settimana nelle prime 12 città che aprono le porte nell’ambito de Le Vie dei Tesori. Enna, Caltagirone e Caltanissetta. Bagheria, Carini, Monreale, Termini Imerese, Messina, Noto, Trapani, Mazara e Marsala le città che ospiteranno visite guidate ed eventi. Dal 2 ottobre tocca poi a Palermo, Catania, Cefalù, Erice, Sciacca, Ragusa e Scicli.

Domani e domenica (24 e 25 settembre), quindi, il festival porterà in giro in una Sicilia unica, nascosta, green, antica e leggera, da scoprire dall’alto e dal basso. In due fine settimana sono stati oltre 21 mila i visitatori che, programma alla mano e smartphone in pugno, si sono sparsi nelle dodici città che partecipano a questa prima branca del festival. E ci si prepara al rush finale, prima di veder partire – dal 2 ottobre – Sciacca, Cefalù, Erice, Ragusa e Scicli e le due capitane Palermo e Catania.

LEGGI ANCHE:
Alla scoperta dei monti di Monreale, il progetto che offre passeggiate per tutti

A Monreale lasciatevi trasportare dall’odore del pane sfornato: vi condurrà allo storico forno Litria dove (domani alle 15 e alle 17) vi spiegheranno il segreto della panificazione tradizionale. Sempre sabato, dalle 11 alle 13,30, c’è la visita speciale al Mam, Museo dell’arte del mosaico, che è un vero spettacolo colorato; ma se avete un po’ di tempo domenica (alle 10 e alle 14) intrufolatevi nel quartiere Ciambra e visitate la bottega dove nascono le tessere dei mosaici e si potranno seguire le tecniche artigianali di lavorazione. Domenica alle 16,30 ci si inerpicherà fino al Castellaccio oppure si seguirà Mahlus il Cantore.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.