Ad Altofonte sgombero case se allerta meteo: oggi vertice in assessorato con Monreale

Al Territorio e Ambiente il vertice con l'assessore Toto Cordaro, domani intanto iniziano i sopralluoghi per identificare le situazioni più critiche

0

Sgomberare le case vicine alle aree percorse dall’incendio della Moarda? Forse, se vi sarà una allerta meteo. Nel corso di un vertice all’assessorato regionale al Territorio è stato avviato il tavolo tecnico per le verifiche idrogeologiche dei territori colpiti dagli incendi del 29 agosto. L’assessore Toto Cordaro ha chiesto ai sindaci – presenti tra gli altri i primi cittadini di Monreale e Altofonte – di fare il punto sulle situazioni critiche che richiedono interventi immediati al fine di tutelare la popolazione da eventuali eventi di dissesto idrogeologico. Altofonte è il Comune che ha sofferto maggiormente degli incendi. Il versante della Moarda preoccupa, visto che appare ormai denudato del decennale bosco.

“Tutti gli enti si stanno muovendo, ognuno per la loro competenza – dice a MonrealeToday il sindaco di Altofonte, Angelina De Luca -. Già da domani saranno avviati nelle aree percorse dal fuoco vari sopralluoghi per l’individuazione di eventuali pericoli”. Le aree della Moarda vicine all’abitato, saranno suddivise in classi di rischio idrogeologico.

Esiste al momento la possibilità di sgombero delle abitazioni nelle immediate vicinanze del bosco distrutto dalle fiamme? “Non possiamo capire ad oggi qual è l’effettivo rischio per le abitazioni che si potrà verificare nel momento in cui si verificheranno delle piogge quando il terreno riuscirà a trattenere l’acqua per la mancanza degli alberi”. Il Comune di Altofonte si sta muovendo sotto il coordinamento dell’ispettore Salvo Di Matteo della Polizia Municipale, nella suddivisione del centro urbano per fasce di rischio. “In questo modo potremmo definire un piano di sgombero in prossimità dell’evento piovoso che sarà identificato in seguito alle allerta meteo comunicate dal Dipartimento di Protezione Civile Regionale”.

Intanto il Comune di Altofonte ha comunicato ai cittadini, che hanno subito danneggiamenti alle proprietà a causa degli incendi, che è possibile presentare istanza di richiesta di indennizzo. “La richiesta non dà diritto a ricevere l’indennizzo da parte del Comune – si legge in una nota – ma è utile all’Amministrazione per relazionare in maniera oculata la situazione alle Istituzioni Regionali e Nazionali e farsi portavoce dell’interesse della comunità”.

Rispondi