Controlli anti-Covid a Monreale, tante le multe dei Carabinieri

Nel corso della nuova settimana i controlli saranno ulteriormente intensificati

0

Sono decine le multe inflitte dai Carabinieri della Compagnia di Monreale nel territorio di propria competenza nel corso delle ultime settimane.

I controlli sono stati intensificati nel corso dell’ultima settimana e diversi sono i cittadini beccati fuori casa senza una spiegazione plausibile. Per loro è scattata la multa di 400 euro per il mancato rispetto delle prescrizioni imposte dal Dcpm del governo nazionale e dallordinanza del presidente della Regione. In tanti non sono riusciti a giustificare i motivi dello spostamento.

Tanti i trasgressori del coprifuoco

Se di giorno gli spostamenti sono giustificati da motivo di necessità, lavoro e salute, di notte, invece, è più difficile giustificarli. La maggior parte delle sanzioni, infatti, si concentra durante le ore notturne, quando scatta il coprifuoco e non è possibile uscire da casa fino alle 5 del mattino se non per comprovate esigenze.

Sono tante le pattuglie dei Carabinieri della Compagnia monrealese impegnate nel territorio. Si tratta di una azione preventiva ma anche repressiva dei comportamenti che mettono a rischio la crescita dei contagi da Covid-19. I posti di controllo si concentrano lungo le strade di collegamento tra Comuni e lungo le Strade Statali del comprensorio. Interventi dei Carabinieri di registrano anche all’interno dei centri urbani. Qui i militari sono impegnati ad evitare assembramenti e a verificare l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale lungo le strade e all’interno degli esercizi commerciali.

I dispositivi saranno potenziati

Nel corso della nuova settimana i controlli saranno ulteriormente intensificati dopo il vertice del Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, con i Prefetti. Nel corso dell’incontro il Governatore ha chiesto il potenziamento dei dispositivi di prevenzione anche con l’ausilio delle squadre dell’esercito attualmente impegnate nell’operazione Strade Sicure.

 

Rispondi