contatore free

Monreale, scrutatori nominati e il M5S protesta: “Giravano pizzini”

Il Movimento Cinque Stelle protesta per le nomine dirette degli scrutatori a Monreale

0

Monreale – Il Movimento Cinque Stelle e Sud chiama Nord avevano chiesto che la nomina dei 150 scrutatori per le elezioni dell’8 e 9 giugno a Monreale avvenisse tramite sorteggio, “ma oggi è prevalso il sistema delle nomine dirette”, dicono in una nota i grillini.

I rappresentanti del Movimento Cinque Stelle hanno protestato e abbandonato l’aula durante le operazioni di scelta, denunciando l’adozione di “soliti metodi” e la presenza di persone legate alla politica locale tra i nominati.

“Il sindaco Arcidiacono aveva promesso il sorteggio”

“Inizialmente, fanno sapere i Pentastellati, il sindaco Alberto Arcidiacono si era impegnato con il Movimento Cinque Stelle per procedere con il sorteggio, ma poi si è allineato al criterio della nomina insieme alla commissione elettorale”. I consiglieri del Movimento Cinque Stelle hanno definito la vicenda una “farsa”, criticando l’utilizzo di “pizzini” con i nomi durante la selezione.

La legge prevede la possibilità del sorteggio

La legge prevede che si possa procedere con il sorteggio per la nomina degli scrutatori, qualora non ci sia unanimità nella scelta da parte della Commissione elettorale. Il Movimento Cinque Stelle ritiene che questa soluzione avrebbe evitato ogni sospetto di nomine pilotato. “La Legge 8 marzo 1989 n.95 recita: “Norme per l’istituzione dell’albo e per il sorteggio delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale e modifica all’articolo 53 del testo unico delle leggi per la composizione e la elezione degli organi delle amministrazioni comunali, approvato con D.P.R. 16 maggio 1960 n.570. Art. 6, lettera b) alla formazione di una graduatoria di ulteriori nominativi, compresi nel predetto albo, per sostituire gli scrutatori nominati a norma della lettera a) in caso di eventuale rinuncia o impedimento; qualora la successione degli scrutatori nella graduatoria non sia determinata all’unanimità dai componenti la Commissione elettorale, alla formazione della graduatoria si procede tramite sorteggio”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.