HomeIn EvidenzaA Monreale un mega...

A Monreale un mega impianto fotovoltaico di 400 ettari, una società tratta i terreni

Un mega impianto fotovoltaico all’interno del Comune di Monreale, e al confine con Corleone e altri Comuni, potrebbe nascere tra qualche anno. A costruirlo dovrebbe essere un’azienda che starebbe già affittando i terreni dell’agro di Monreale. Si parla di un mega impianto di circa 400 ettari, un’area enorme. Le trattative con i proprietari terrieri sarebbero già in corso ma la politica locale ha già iniziato ad alzare le barricate. La notizia di quello che dovrebbe diventare uno degli impianti più grandi della Sicilia, ha già fatto storcere il naso alla politica, almeno a quella di Corleone, che ha chiesto lo stop al progetto. Ora la parola passa alla politica monrealese che tra qualche mese potrebbe essere chiamata a dare un parere sulla Valutazione d’Impatto ambientale.

Cosa sappiamo del progetto

Il progetto del mega impianto agro-fotovoltaico riguarda località Malvello, un’area che si trova a Borgo Schirò, nel Comune di Monreale confinante con il Comune di Corleone. Dovrebbe riguardare un’area estesa circa 400 ettari che potrebbe giungere  fino alla Valle dello Jato.

Cosa sta accadendo

Il consiglio comunale corleonese all’unanimità ha chiesto che il progetto venga stoppato e ha chiesto di aprire un confronto con il Comune di Monreale e la Regione Siciliana. La mozione è stata presentata da Maurizio Pascucci ed è stata appoggiata anche dalla maggioranza. Il sindaco di Corleone, in particolare, ha aderito alla mozione con una motivazione piuttosto articolata, che mira alla salvaguardia del territorio.  “Adesso si tratta di aprire un confronto con la Regione Siciliana e il Comune di Monreale affinché si possa esprimere un parere ostativo alla Valutazione Impatto Ambientale”, dice Maurizio Pasucci, consigliere corleonese di Attiva Sicilia.  “Dalla risoluzione del consiglio comunale di Corleone non è venuto fuori un giudizio negativo sul fotovoltaico ma sulla sua collocazione del progetto che ricadrebbe in terreni fertili – aggiunge -. La collocazione dei pannelli sui fabbricati agricoli o nelle abitazioni rurali è una cosa da valutare in modo positivo. In questo caso il titolare dell’impianto sarebbe direttamente l’azienda agricola. Non vi è nessuna necessita d’intermediari o facilitatori. Nello stesso momento necessita valorizzare i prodotti agricoli corleonesi.

Ma i dubbi di Pascucci sono tanti altri

Uno su tutti la questione ambientale e paesaggistica. “Si parla di 400 ettari di territorio invasi da pannelli fotovoltaici – dice a MonrealeLive -. Il territorio interessato diverrebbe un grande specchio, e Borgo Schirò diverrebbe una mega centrale elettrica. Inoltre – aggiunge Pascucci – si pone il problema della fine vita dell’impianto fotovoltaico. Saranno i proprietari terrieri a doversi occupare dei pannelli fotovoltaici una volta esaurita la capacità di produrre energia elettrica. Dove sarà conferita questa enorme mole di rifiuti?”.

Dell’argomento torneremo a parlare nei prossimi giorni.

Ultime News

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altro dall'autore

Contagi Covid a Pioppo, niente lezioni per sanificazione

Lezioni sospese per domani, 23 gannaio per gli studenti della scuola...

Vandali bruciano immondizia a Pioppo, protestano i cittadini

PIOPPO - Questa mattina alcuni cittadini della frazione di Pioppo, allertati...

Lutto a Monreale, si è spento Giovanni Di Verde

MONREALE - Apprendiamo oggi con enorme tristezza della morte di Giovanni...

Mucche libere a San Martino, mamma e figlioletto rischiano l’incidente

Da qualche giorno sui social viene segnalata la presenza di una...

Approfondimenti

Contagi Covid a Pioppo, niente lezioni per sanificazione

Lezioni sospese per domani, 23 gannaio per gli studenti della scuola Margherita di Navarra di Pioppo. L'istituto scolastico lo ha appena annunciato tramite una comunicazione ufficiale nel proprio sito che, visti i diversi casi di positività che sono stati accertati negli ultimi giorni. "Si comunica che in...

Vandali bruciano immondizia a Pioppo, protestano i cittadini

PIOPPO - Questa mattina alcuni cittadini della frazione di Pioppo, allertati da una forte puzza di bruciato sono usciti dalle proprie abitazioni. Davanti alle loro porte, durante la notte, qualche ragazzo ha bruciato una modesta quantità di rifiuti di vario genere, a pochissimi metri dalle porte. Non un...

Lutto a Monreale, si è spento Giovanni Di Verde

MONREALE - Apprendiamo oggi con enorme tristezza della morte di Giovanni Di Verde, 86 anni e storico rivenditore di auto. Di verde è venuto a mancare ieri sera verso le 19:90. Lascia la moglie e tre figli maschi, tra cui il consigliere comunale Giuseppe di Verde. I funerali...

Mucche libere a San Martino, mamma e figlioletto rischiano l’incidente

Da qualche giorno sui social viene segnalata la presenza di una mandria di mucche. Poche ore fa si aggiravano nei pressi della via SP 57, rendendo difficile agli automobilisti passare senza colpirle. Adesso, nei gruppi facebook, sono aumentate le lamentele. A seguire riportiamo il messaggio di una cittadina, che...

Ufficiale da lunedì la Sicilia entra in zona arancione

Ormai è ufficiale, la Sicilia da lunedì entrerà in zona arancione. Dopo essere stati d'esempio per l'Italia intera, quando, durante il primo lockdown e l'esodo degli studenti siciliani scappati dal nord, siamo riusciti a tamponare una situazione d'emergenza che si prospettava più che drastica. Adesso la situazione sembra...

Monreale si sveglia col maltempo e con la nebbia

MONREALE - Da questa notte una leggera pioggia imperversa sulla città normanna e non sembra voler smettere. Le condizioni climatiche in tutta la provincia di Palermo sono visibilmente peggiorate nelle ultime ore, ma - già da domani - dovrebbe esserci un repentino ritorno al clima mite, con...