Torna la serenità nella Confraternita del SS Crocifisso di Monreale verso la processione del 3 maggio

All'assemblea circa 300 partecipanti su un totale di 400

0

Prosegue il cammino di preparazione verso la Festa del SS Crocifisso di Monreale per la Confraternita. Il 10 Aprile, al Santuario della Collegiata, si è tenuta un’assemblea indetta dai neo commissari nominati dal Vescovo Michele Pennisi, per chiarire le linee organizzative in vista dell’imminente processione del 3 maggio.

I confrati hanno risposto all’invito dei neo Commissari, Pietro Maranzano, Massimiliano Birchler e Giuseppe Messina, con una presenza significativa, circa 300 partecipanti su un totale di 400. Una grande partecipazione, che “dimostra la devozione di tutti i confrati e l’amore per il SS. Crocifisso”, si legge in una nota.

Il Commissario Straordinario Pietro Maranzano, inoltre, a precisazione di quanto pubblicato da qualche organo di stampa Monrealese, tiene a precisare che
“le dimissioni dalla confraternita del SS. Crocifisso dell’ex presidente, presentate al commissario dimissionario Don Ferdinando Toia e all’ordine diocesano, sono state accettate, e secondo quanto previsto dallo statuto, le stesse non possono essere congelate in quanto dimissioni volontarie di cui l’assemblea ne può solamente prendere atto perché espressa volontà dell’ex confrate”. Tutto ciò, il commissario straordinario Maranzano, lo ha ribadito all’intera assemblea dopo che due confrati avevano chiesto di “congelarle”.

“Comunque viene ricordato a tutti i confrati che, nonostante le ultime gravi vicende accadute, l’ex presidente della confraternita ha portato quest’ultima ad alti livelli, quindi non possiamo che ringraziarlo per l’impegno profuso in questi anni di presidenza”.

Inoltre il commissario ha proseguito annunciando “l’autosospensione di alcuni confrati del consiglio passato” e ha aggiunto “che quest’ultimi faranno un cammino di fede osservando tutte le regole diocesane e tenendo un comportamento idoneo. Gli stessi durante l’anno di sospensione prenderanno parte a degli incontri con il rettore del santuario e con i neo commissari, per valutare la loro condotta morale per un eventuale reinserimento nella confraternita; tutto ciò rispettando le regole previste dallo statuto della confraternita”.

L’assemblea è proseguita con un clima sereno e con molti interventi di confrati che hanno espresso la loro opinione in merito alla questione poste all’ordine del giorno. Per quanto riguarda le direttive per la processione, il commissario ha ribadito più volte che saranno riconfermati i ruoli ai responsabili per ogni settore come negli anni precedenti. Inoltre, si è precisato che per evitare ressa presso l’altare maggiore saliranno soltanto coloro i quali saranno designati per la discesa del simulacro.

E’ stato deciso il divieto di far salire sulla vara i bambini per il consueto bacio e la benedizione di oggetti vari come fazzoletti e fiori.

Sono seguiti gli interventi dei neo commissari collaboratori Massimiliano Birchler, che ha sottolineato alcuni articoli dello statuto e la modifica dello stesso subito dopo la festa del SS. Crocifisso. Ha chiuso l’assemblea Giuseppe Messina, responsabile del settore giovanile, prospettando il programma degli incontri con i probandi e i novizi affinché possano intraprendere e continuare un cammino di fede e confraternale.

Rispondi